Strumenti personali

Split payment

Applicazione regime dello split payment in ARPAV

Il recente D.L. 50/2017 ha ampliato l’ambito applicativo del meccanismo fiscale dello split payment (rif. art. 17–ter D.P.R. 633/1973), estendendone l’assoggettamento anche alle cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nei confronti della Pubblica Amministrazione, come definita dall'art. 1, comma 2, della Legge 31 dicembre 2009 n. 196, e rappresentata dai soggetti inseriti nel conto economico consolidato dello Stato, pubblicato annualmente dall'ISTAT, tra i quali rientra anche ARPAV.

L’estensione del meccanismo della scissione dei pagamenti si applica alle operazioni fatturate a partire dal 1 luglio 2017.

Pertanto le fatture emesse nei confronti di ARPAV a partire dal 1 luglio 2017 dovranno esporre l’IVA con la dicitura “IVA scissione dei pagamenti – Art. 17-ter del DPR n. 633/1972”, e ARPAV, in fase di pagamento, provvederà al saldo del solo imponibile versando direttamente all'erario l’importo relativo all'IVA.

Resta inteso che le fatture emesse entro il 30 giugno 2017 dovranno esporre l'IVA con esigibilità immediata.

 

Struttura che aggiorna il contenuto: Servizio Economico Finanziario

Azioni sul documento

ultima modifica 09/10/2017 14:47