Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Comunicati stampa Archivio Comunicati Stampa Comunicati 2012 Presenza di schiume nell'Adige a Verona e Provincia

Presenza di schiume nell'Adige a Verona e Provincia

07/03/2012

(AAV) Verona – Nei primi due mesi del 2012 si sono formate delle schiume nelle acque del fiume Adige in località Nassar nel comune di San Pietro Incariano e nel tratto compreso tra la diga del Chievo e il ponte della ferrovia di Parona. L’evento è analogo a quello accaduto nel maggio del 2011. Il Dipartimento Provinciale ARPAV di Verona è prontamente intervenuto per i necessari controlli ed effettuare i prelievi.

Le analisi svolte sui campioni prelevati il 23/01/2012 ed il 01/03/2012 dal Dipartimento Regionale Laboratori di ARPAV hanno riportato gli stessi risultati ottenuti nel 2011 e cioè:

  • presenza di materiale organico di origine animale (esuvie di insetti), e di origine vegetale (diatomee);
  • assenza di sostanze schiumogene di sintesi come i tensioattivi;
  • livelli di nutrienti e parametri chimico fisici nella norma;
  • valori dei parametri indicatori di inquinamento di origine antropica nella norma.

Il quadro analitico fa pensare ancora una volta ad un fenomeno non legato ad eventi di inquinamento acuto di origine antropica (supportato anche da ulteriori indagini svolte su scarichi e depuratori) ma ad una combinazione di eventi naturali quali scarsità di acque ed una abbondante produzione di residui biologici legati al ciclo vitale di alghe e chironomidi.

Il meccanismo di formazione delle schiume avviene sostanzialmente in due fasi: una prima fase che vede la formazione di piccoli fiocchi al passaggio delle acque su tratti ricchi di salti e moti vorticosi ed una seconda fase - di addensamento ed aggregazione delle schiume - nelle zone di morta del fiume.

Un fenomeno analogo è stato osservato sui laghi come il Garda, il Lago di Bolsena, il Lago Maggiore.

Il resto delle indagini, programmate da ARPAV per il 2012 sul corso d’acqua, permetteranno di continuare a monitorare il fenomeno e di evidenziare eventuali evoluzioni.

 

 

Agenzia Ambiente Veneto - ufficiostampa@arpa.veneto.it
Azioni sul documento

ultima modifica 07/03/2012 10:21