Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Comunicati stampa Archivio Comunicati Stampa Comunicati dal 2000 al 2010 AMBIENTE. NUOVA SEDE ARPAV DI TREVISO VOTATA AL RISPARMIO ENERGETICO

AMBIENTE. NUOVA SEDE ARPAV DI TREVISO VOTATA AL RISPARMIO ENERGETICO

20/11/2009

(AAV) Treviso - 1900 metri quadri di laboratori, 2800 di uffici, 6300 di parcheggio, 800 di verde, 360 di pannelli fotovoltaici che consentiranno un risparmio energetico pari al 30 per cento. Sono solo alcuni numeri della nuova sede ARPAV di Treviso inaugurata stamani dal Direttore generale dell'Agenzia, Andrea Drago alla presenza di autorità locali e regionali fra cui il Sindaco di Treviso, Gian Paolo Gobbo, il Presidente della Provincia Leonardo Muraro e l'Assessore regionale all'economia e allo sviluppo, Vendemiano Sartor. L'edificio si trova in via Castellana di fronte al comando dei Vigili del fuoco, in un'area funzionale al pronto intervento in caso di emergenza, a cui è deputato a far fronte, e raccoglie in un'unica struttura le tre sedi della Direzione e Laboratori e del servizio territoriale fino ad oggi in uno stabile nel centro di Treviso, l'Osservatorio Suolo e rifiuti, che si trovava a Castelfranco, e il magazzino generale di Castagnole. L'immobile è costituito da una palazzina adibita ad uffici, sviluppata su tre piani, e da tre padiglioni ad un piano, destinati ai laboratori distribuiti 'a pettine' in modo da garantire l'uscita immediata in caso di emergenza e facilitare l'accesso dei materiali. Massima attenzione è stata prestata al risparmio energetico con l'utilizzo della tecnologia fotovoltaica e alla qualità dell'aria interna che è controllata da rilevatori di presenza e sonde che trasmettono i dati alle unità di trattamento dell'aria che modulano l'immissione di aria pulita e umidificata.


L'opera, costata oltre 18 milioni di euro, fu iniziata nel 2005 con la posa della prima pietra da parte dell'allora Direttore generale, Paolo Cadrobbi. "E' una struttura all'avanguardia, adeguata al ruolo crescente che ha avuto in questi anni e che continua ad assumete l'Agenzia per il territorio" ha affermato Andrea Drago, Direttore generale che ha aggiunto "purtroppo oltre all'impegno sempre maggiore richiesto ai tecnici ARPAV da parte degli enti locali, dei cittadini, delle aziende, abbiamo molte difficoltà dovute al rispetto del Patto di Stabilità". Soddisfazione per la realizzazione dell'opera è stata espressa da Gian Paolo Gobbo, Sindaco di Treviso che ha ricordato l'impegno, sin dal suo incarico in Regione, per l'istituzione di un'Agenzia flessibile e moderna in grado di far fronte alle necessità di un territorio peculiare come il Veneto. "ARPAV - ha affermato il sindaco - ci da la garanzia di dati inconfutabili ed evidenzia situazioni di inquinamento che dovrebbero far riflettere tutti, inoltre è un indotto che crea posti di lavoro". Dello stesso avviso Leonardo Muraro, Presidente della Provincia che ha fatto il punto sulla professionalità dimostrata da ARPAV in occasione di grandi emergenze come l'incendio dell'azienda De Longhi, a chiudere l'Assessore regionale Vendemiano Sartor "la compatibilità fra sviluppo e ambiente - ha affermato - in Veneto è garantita da enti pubblici che hanno la stessa professionalità delle aziende private".


Fra le attività svolte nel 2008 dal Dipartimento trevigiano, diretto da Loris Tomiato, che impiega 120 dipendenti vi sono stati 878 controlli sulle fonti di pressione ambientale, 1144 verifiche per la sicurezza impiantistica su delega delle ASL, 534 pareri su antenne, elettrodotti, scarichi. Sono stati analizzati 2000 campioni di polveri sottili, per quanto riguarda l'acqua, sono stati effettuati 450 campioni nei corsi d'acqua, mentre sono state 28 le campagne di misura dei campi elettromagnetici. Inoltre la qualità dell'aria trevigiana è stata controllata da 6 centraline fisse e da un laboratorio mobile fra i più tecnologicamente avanzati.

Agenzia Ambiente Veneto - ufficiostampa@arpa.veneto.it
Azioni sul documento

ultima modifica 10/01/2011 11:21