Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Servizi ambientali Educazione per la sostenibilità

BACINO GIARETTA

Sito Natura 2000

 

Bacino di cava dell’area perifluviale del fiume Brenta, caratterizzato da acque anche profonde, da forma geometrica e da sponde rettilinee ed omogenee. Esso funge anche da bacino di laminazione delle piene del fiume Brenta. Grazie al fatto che l’area è stata dismessa a metà degli anni ‘90 e che più recentemente è stato parzialmente chiuso uno scarico artificiale che drenava la falda, nell’area si è formato uno specchio d’acqua ampio e, laddove la profondità dell’acqua è minore, si sono formate zone adatte anche alle esigenze degli uccelli limicoli. Le zone d’acqua più profonda sono libere da vegetazione, mentre le zone ad acqua superficiale presentano localizzate coperture vegetali, con scarsa presenza di idrofite ed elofite; scarse anche le fitocenosi arbustive ed arboree igrofile nelle zone emerse. Sono ancora presenti, all’interno dello specchio d’acqua, delle strutture metalliche, residuali dell’attività di cava. Nonostante l’artificialità dell’area, la sua conformazione non specificatamente adatta all’insediamento di un ampio spettro floro-faunistico e la sua recente formazione, risulta consistente il contingente avifaunistico presente.

 

Ambiente:Planiziale
Area visitabile:no
Codice sito:PD016
Comuni su cui insiste l'area:Carmignano di Brenta, Cittadella, Fontaniva
Province:PADOVA

 Scarica la cartografia dell'area  Visualizza la cartografia dell'area


  • Informazioni geografiche
    Superficie 44 Ha
    Altitudine min 43 m
    Altitudine max 51 m
    Riferimento CTR 1:5.000 104092, 104093, 104131, 104134
    Riferimento CTR 1:10.000 104090, 104130
  • Descrizione generale
    Aspetti floristici Il contingente floristico risulta molto ridotto, oltre alla localizzata presenza di piccoli canneti, sono presenti, a livello del piano di campagna, le tipiche specie pioniere prative.
    Aspetti faunistici Il maggior interesse è legato alla presenza di uccelli: oltre ad alcuni esemplari di Cigno reale (Cygnus olor), l’area si presenta in inverno ed in primavera come un luogo interessante per la sosta di specie di interesse faunistico, quali il Combattente (Philomachus pugnax), la Pantana (Tringa nebularia), il Piro piro boschereccio (Tringa glareola), il Moriglione (Aythya ferina), il Mestolone (Anas clypeata), la Marzaiola (Anas querquedula), il Germano reale (Anas platyrhynchos), la Folaga (Fulica atra). Non mancano neppure l’Airone cenerino (Ardea cinerea), la Garzetta (Egretta garzetta), la Gallinella d’acqua (Gallinula chloropus), il Martin pescatore (Alcedo atthis) e vari Passeriformi. Nel periodo riproduttivo è stata anche notata la presenza di una coppia di Falco di palude (Circus aeruginosus).
    Aspetti geologici Bacino di cava su depositi alluvionali del Fiume Brenta.
  • Informazioni utili
    Come arrivare L'area è raggiungibile dall'abitato di Carmignano di Brenta, località Camozzole.



back Torna indietro
Raccontiamoci le favole

favole 2019

Concorso Infanzia e Primaria

qualeidea 2019

Concorso Superiori

video

A scuola di stili di vita

a_scuola_di_stili_di_vita_p.jpg

Modulo richiesta interventi didattici

Modulo interventi didattici

La Rete EA

banner_rete_infea.gif

InfeaNews