Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Servizi ambientali Educazione per la sostenibilità

CAVE DI MAROCCO

Altro

 

Area occupata da stagni originati da attività estrattiva dell’argilla con diverso grado d’interrimento.

 

Ambiente:Planiziale
Area visitabile:si
Codice sito:TV002
Comuni su cui insiste l'area:Mogliano Veneto
Province:TREVISO

 Scarica la cartografia dell'area  Visualizza la cartografia dell'area


  • Gestione e fruibilita' dell'area
    - Proprieta' privata
  • Informazioni geografiche
    Superficie 12 Ha
    Altitudine min 3 m
    Altitudine max 5 m
    Riferimento CTR 1:5.000 127171
    Riferimento CTR 1:10.000 127170
    - Area umida
  • Descrizione generale
    Aspetti forestali Boscaglie igrofile a Salice comune (Salix alba) e Pioppi (Populus sp.). Da segnalare anche la presenza di alcuni notevoli esemplari di Farnia (Quercus robur).
    Aspetti floristici Sono state rilevate molte specie acquatiche e palustri, oltre alle comuni Cannuccia di palude (Phragmites australis) e Lisca maggiore (Typha latifolia), tra cui Ninfea comune (Nymphaea alba), Giaggiolo acquatico (Iris pseudacorus), Mestolaccia comune (Alisma plantago-aquatica), Morso di Rana (Hydrocharis morsus-ranae) ma anche proprie del bosco di pianura: Anemone bianca (Anemone nemorosa), Pervinca minore (Vinca minor), Sigillo di Salomone maggiore (Polygonatum multiflorum), Ligustro (Ligustrum vulgare), Biancospino comune (Crataegus monogyna), Viburno lantana (Viburnum lantana), Fusaria comune (Euonymus europaeus).
    Aspetti faunistici Tra gli anfibi è segnalata la presenza di Rana di Lataste (Rana latastei), Rana agile (Rana dalmatina), Raganella italica (Hyla intermedia), Rospo smeraldino (Bufo viridis), Tritone comune (Triturus vulgaris).
    I rettili da ricordare appartengono alle specie Testuggine palustre (Emys orbicularis), Natrice dal collare (Natrix natrix), Natrice tassellata (Natrix tessellata), Biacco (Coluber viridiflavus).
    Numerosi sono gli uccelli palustri presenti durante la nidificazione e i movimenti migratori: Germano reale (Anas platyrhynchos), Marzaiola (Anas querquedula), Porciglione (Rallus aquaticus), Svasso maggiore (Podiceps cristatus), Nitticora (Nycticorax nycticorax).
    Tra i mammiferi vanno segnalato il Moscardino (Muscardinus avellanarius), l’Arvicola terrestre (Arvicola terrestris), la Volpe (Vulpes vulpes).
    I pesci sono rappresentati da specie comuni come la Carpa (Cyprinus carpio), il Luccio (Esox lucius), la Tinca (Tinca tinca), l’Anguilla (Anguilla anguilla). Tra i molluschi si segnala la locale popolazione di Cepaea nemoralis.

    Aspetti geologici Terreni argillosi di bassa pianura anche a carattere idromorfo.
    Aspetti storico-culturali Ci sono stati rinvenimenti di alcuni pozzi di Epoca Romana; possibile continuità in luogo, dell’attività estrattiva e di fornace, dall’antichità sino all’Età Contemporanea.
  • Stagioni piu' favorevoli per la visita
    - Primavera
  • Informazioni utili
    Come arrivare L'area è raggiungibile dall'abitato di Terraglio in località Marocco; si prosegue per circa 200 metri verso Madonna Nicopeia sino a raggiungere le cave.

Pubblicazioni:
  • Gruppo Ecologia Moglianese - Punto ecologia, 1984, Cave di Marocco zona umida da salvare, Mogliano Veneto (TV)
  • Rallo G., Pandolfi M., 1988, Le zone umide del Veneto, Muzzio, Padova



back Torna indietro
Concorso Infanzia e Primaria

qualeidea 2019

Concorso Superiori

video

Raccontiamoci le favole

favole 2019

A scuola di stili di vita

a_scuola_di_stili_di_vita_p.jpg

Modulo richiesta interventi didattici

Modulo interventi didattici

La Rete EA

banner_rete_infea.gif

InfeaNews