Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Servizi ambientali Educazione per la sostenibilità

RISERVA NATURALE SOMADIDA

Riserva Naturale Statale

 

Splendida foresta che copre solo poco più di un quarto del territorio della Riserva, circa 450 ettari nel fondovalle e sui primi versanti dolomitici, la parte restante è costituita da praterie alpine e picchi rocciosi che, nel complesso, ne fanno classificare in "Montano - dolomitico" il sito.


Foto: Archivio CFdS

 

Ambiente:Alpino
Area visitabile:si
Codice sito:RS001
Comuni su cui insiste l'area:Auronzo di Cadore
Province:BELLUNO

  • Gestione e fruibilita' dell'area
    - Proprieta' Pubblica
  • Informazioni geografiche
    Superficie 1676 Ha
  • Descrizione generale
    Aspetti forestali Le specie forestali, quelle del sottobosco e delle praterie di quota presenti, sono tipiche della fascia montana e alpina di ambiente dolomitico, con una menzione per il Larice che, indisturbato sui costoni rocciosi, raggiunge in alcuni esemplari dimensioni ragguardevoli.
    Aspetti faunistici La fauna è molto ricca, con tutti gli animali alpini presenti. Si incontrano con estrema facilità tutti gli ungulati: dal Capriolo al Cervo in fondovalle, dal Camoscio allo Stambecco sulle vette. Mentre i primi sono autoctoni, la presenza dello Stambecco è il frutto delle introduzioni operate dalle associazioni venatorie delle vicine San Vito e Cortina sui gruppi montuosi limitrofi della Croda Marcora e del Sorapis negli anni '50 e '60. La popolazione del Camoscio, ancorché numerosa nel passato con gruppi di decine e decine di esemplari che polavano le praterie e le pareti dolomitiche, appare allo stato attuale in fase decrescente a causa di numerose malattie.
    Aspetti geologici La particolare conformazione orografica rende tutta la parte di fondovalle soggetta alla dinamica erosiva catastrofica dipendente dai violenti eventi meteorici. Le acque provenienti dai conoidi sono incanalate ed indirizzate nel fiume, ma spesso il trasporto dei materiali di sfaldamento assume tali dimensioni da riempire dette canalizzazioni ed esondare per riversarsi poi in foresta. L’ambiente è circondato da bellissime cime dolomitiche, delle quali la più rappresentativa è il “Corno del Doge”.
    Aspetti storico-culturali Sin dal XV secolo quando la Magnifica Comunità del Cadore ne fece dono alla Serenissima Repubblica di Venezia, la storica Foresta di Somadida è sempre stata di proprietà pubblica. Da Somadida venivano raccolti tutti i migliori alberi per l'alberatura della flotta veneta, in particolare alberi maestri e bompressi. Nel 1792 la foresta passò all'Austria, poi per un breve periodo alla Francia e quindi al regno Lombardo Veneto. Nel 1866 la foresta tornò allo Stato Italiano che la dichiarò inalienabile. Dal 1972 è stata interamente costituita in Riserva Naturale Orientata dello Stato.
  • Stagioni piu' favorevoli per la visita
    - Primavera
    - Estate
    - Autunno
    - Inverno
  • Attrezzature o altri sussidi eventualmente presenti
    - Percorso natura tracciato
    - Centro visita
  • Informazioni utili
    Come arrivare La Riserva è situata a 18 km da Auronzo sulla SS48 che conduce al Passo delle Tre Croci.

    Attivita' di educazione ambientale Nella Riserva Naturale Orientata di Somadida si svolge un'intensa azione di sorveglianza da parte del Personale Forestale, il quale è dotato anche di un Gruppo Cinofilo di Soccorso. Viene monitorata la fauna selvatica e studiata la sua influenza sull'ecosistema, viene attuata una forte prevenzione del bracconaggio e l'assistenza ai visitatori-escursionisti che sempre più numerosi, specie d'estate, si avventurano sui difficoltosi sentieri in quota, attratti dalla
    bellezza selvaggia dei luoghi.
    Si accompagnano scolaresche e gruppi organizzati nella visita della Riserva facendo base nel piccolo, ma interessante, Centro Visitatori dove si fa opera di divulgazione culturale.

    Informazioni sull'ospitalita' Nessuna struttura ricettiva è presente nel sito. Per la permanenza è necessario rivolgersi alle ben dotate strutture del territorio del comune di Auronzo di Cadore.
    Ufficio Provinciale del Turismo di Auronzo di Cadore Via Roma 10, 32041 Auronzo di Cadore, tel 0435 9359/400666, fax 0435 400161
    Consorzio Turistico Via Roma 10, 32041 Auronzo di Cadore, tel. 0435 99603, fax 0435 408056, numero verde 800518311

Pubblicazioni:
  • ARPAV, 2004, Educare nei Parchi - Rassegna delle proposte educative delle Aree Protette della Regione Veneto, ARPAV, Padova



back Torna indietro
Concorso Infanzia e Primaria

qualeidea 2019

Concorso Superiori

video

Raccontiamoci le favole

favole 2019

A scuola di stili di vita

a_scuola_di_stili_di_vita_p.jpg

Modulo richiesta interventi didattici

Modulo interventi didattici

La Rete EA

banner_rete_infea.gif

InfeaNews