Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Servizi ambientali Acquisti Pubblici Verdi - GPP Nuove prospettive europee per il GPP

Nuove prospettive europee per il GPP

È uscita a luglio 2008 la Comunicazione Europea sul GPP Appalti Pubblici per un ambiente migliore (2008/400), un provvedimento importante che definisce per il GPP un percorso di diffusione a livello comunitario, introducendo precisi target soggetti a controlli periodici e prevedendo diversi passi utili ad una progressiva affermazione del GPP come pratica abituale degli operatori pubblici europei.
Questa comunicazione è tanto più importante in quanto fa parte del più articolato e complesso pacchetto di misure che accompagna il “Piano d'Azione Europeo per la Produzione e il Consumo sostenibile e per la Politica Industriale sostenibile” (Comunicazione 2008/397), volto a delineare un quadro di riferimento politico e normativo univoco per il miglioramento delle performance ambientali di prodotti e servizi e per incidere sulle abitudini di consumo dei cittadini europei. Proprio perchè il GPP va in questa stessa direzione la Comunicazione è stata emanata congiuntamente a indicare la ricerca della massima sinergia rispetto agli strumenti conoscitivi, di certificazione o normativi di prodotti e servizi che contribuiscono a definire i requisiti di performance anche dei beni e servizi acquistabili dalle P.A.

L'attuazione in Italia...

Dal 12 ottobre 2009 il Ministro dell'Ambiente ha varato, conformemente alle direttive dettate dalla Commissione Europea, il primo decreto attuativo (n.111/2009) del Piano d'Azione del GPP.
Il provvedimento, che costituisce uno strumento di politica ambientale volontario sulla base del quale le amministrazioni pubbliche integrano i criteri ambientali in tutte le fasi del processo di acquisto, incoraggiando la diffusione di tecnologie e lo sviluppo di prodotti ambientali validi, favorisce lo sviluppo di un mercato di prodotti e servizi a ridotto impatto ambientale attraverso la leva della domanda pubblica. Infatti, le autorità pubbliche si impegnano non solo a razionalizzare gli acquisti ed i consumi, ma anche ad incrementare la qualità ambientale delle proprie forniture ed affidamenti.
Ne consegue che i benefici per l'ambiente saranno notevoli: orientare la domanda pubblica verso prodotti “ambientalmente preferibili” come quelli di facile riciclabilità, consentirà di fatto una riduzione dei consumi energetici e la diminuzione della quantità di rifiuti prodotti.

Azioni sul documento

ultima modifica 25/05/2010 14:28