Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Servizi ambientali Certificazioni ambientali Gli strumenti per la certificazione ISO 14001 e regolamento EMAS

ISO 14001 e regolamento EMAS

Cosa sono

I due principali strumenti di certificazione ambientale che prevedono un SGA per le imprese ed i siti di produzione sono le norme ISO 14000 e il regolamento EMAS.

La norma UNI EN ISO 14001 del 1996, revisionata nel 2004, è uno strumento internazionale di carattere volontario, applicabile a tutte le tipologie di imprese, che specifica i requisiti di un sistema di gestione ambientale. Viene rilasciata da un organismo indipendente accreditato che verifica l’impegno concreto nel minimizzare l’impatto ambientale dei processi, prodotti e servizi, attestando con il marchio ISO 14001 l’affidabilità del SGA applicato. Per tale motivo la serietà, la credibilità e la visibilità dell’ente di certificazione prescelto diventano un aspetto di fondamentale importanza.

EMAS è l’acronimo di Enivironmental Management and Audit Scheme, ovvero un sistema comunitario di ecogestione e audit ambientale. Il nuovo Regolamento (CE) n. 1221/2009 del Parlamento Europeo e del Consiglio, entrato in vigore nel gennaio 2010, in sostituzione del precedente Regolamento Comunitario EMAS del 2001, è un sistema di certificazione che riconosce a livello europeo il raggiungimento di risultati di eccellenza nel miglioramento ambientale. Le organizzazioni che partecipano volontariamente si impegnano a redigere una dichiarazione ambientale in cui sono descritti gli obiettivi raggiunti e come si intende procedere nel miglioramento continuo. La registrazione di una organizzazione è eseguita dal Comitato EcoLabel – EcoAudit, con il supporto tecnico di ISPRA e delle ARPA regionali, coadiuvato da un organo di registrazione accreditato per la predisposizione della dichiarazione ambientale ed il supporto per la strutturazione di un SGA.

Con l’ultimo aggiornamento EMAS, l’Unione Europea ha introdotto nel Regolamento nuovi concetti e importanti chiarimenti, quali:

  • la registrazione cumulativa, ovvero la possibilità per una organizzazione di richiedere un’unica registrazione per tutti i siti o di una parte dei siti, ubicati in uno o più stati;
  • la registrazione di Distretto, per un gruppo di organizzazioni indipendenti tra loro, ma accomunate da vicinanza geografica o attività imprenditoriale, che applicano congiuntamente un SGA;
  • deroghe e incentivi alla partecipazione per le organizzazioni di piccole dimensioni sia pubbliche che private;
  • l’adozione di un unico logo riconoscibile (Figura 1);
  • requisiti della norma ISO 14001:2004 applicabili al SGA in ambito EMAS, specificando gli ulteriori elementi di cui le organizzazioni che applicano il sistema EMAS devono tener conto. ISO 14001diventa così un passo intermedio (facoltativo) per ottenere la registrazione;
  • partecipazione attiva dei dipendenti, coinvolti nel processo finalizzato al continuo miglioramento delle prestazioni ambientali dell’organizzazione.

Figura 1. Logo di partecipazione EMAS nelle due versioni utilizzate

 

logo emas

Differenze tra EMAS e ISO 14001

EMAS e ISO 14001 presentano scopi e requisiti simili, ma EMAS va oltre nel richiedere maggiori garanzie di conformità legislativa e la comunicazione all’esterno degli impegni presi nei confronti dell’ambiente, prevedendo, per le organizzazioni che si certificano o che mantengono le registrazione, incentivi economici statali e regionali e diverse forme di semplificazione amministrativa.

Gli ulteriori elementi di cui le organizzazioni che applicano il sistema EMAS devono tener conto sono:

  • una Analisi Ambientale Iniziale (AAI), onde individuare e valutare gli aspetti ambientali e gli obblighi normativi applicabili in materia di ambiente;
  • il rispetto degli obblighi normativi, dimostrando di provvedere all’attenzione della normativa ambientale, comprese le autorizzazioni e i relativi limiti;
  • effettive prestazioni ambientali dell’organizzazione con riferimento agli aspetti diretti e indiretti rilevati nell’analisi ambientale, impegnandosi a migliorare continuamente le proprie prestazioni;
  • partecipazione del personale, coinvolto nel processo finalizzato al continuo miglioramento delle prestazioni ambientali dell’organizzazione;
  • comunicazione con il pubblico e le altre parti interessate, attraverso la pubblicazione della Dichiarazione Ambientale.

Chi può aderire

Entrambi gli strumenti certificano il processo di produzione di un bene oppure la fornitura e gestione di un servizio e possono essere applicati pressoché da tutte le tipologie di impresa.

A fianco del settore industriale, un numero sempre crescente di organizzazioni nei settori dei servizi, del turismo, dell’agricoltura, della finanza e molte amministrazioni pubbliche si stanno dotando di sistemi di gestione ambientale.

Nella Pubblica Amministrazione si è verificato il maggior incremento del numero di registrazioni, soprattutto EMAS, durante gli ultimi anni, a testimoniare il ruolo fondamentale svolto proprio dagli Enti pubblici, sia come attori istituzionali nel processo di sensibilizzazione del grande pubblico, sia come protagonisti diretti, a dimostrazione di un importante cambiamento culturale in atto (si propone al cittadino e ai propri interlocutori in modo trasparente, rendendo pubblici i propri impegni sull’ambiente).

Nel contempo si stanno sviluppando nuove forme di gestione territoriale sinergiche (EMAS di territorio) in aree industriali, naturali e turistiche. In questo caso il processo di adozione di un sistema di gestione ambientale deve tenere conto della molteplicità di soggetti coinvolti, il mondo produttivo, i cittadini, la Pubblica Amministrazione, e definire il ruolo e il grado di coinvolgimento di ciascuno di essi per il raggiungimento degli obiettivi ambientali.

Azioni sul documento

ultima modifica 05/07/2010 15:26

Ecolabel

logo_ecolabel_flower.gif

ISO 14001 e regolamento EMAS

logo emas