Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Servizi ambientali Progetti & Cooperazione Programmazione 2007 - 2013 RE.S.M.I.A. Reti e Stazioni di Monitoraggio Innovative per l’Ambiente

RE.S.M.I.A. Reti e Stazioni di Monitoraggio Innovative per l’Ambiente

PROGRAMMA DI RIFERIMENTO

POR – Obiettivo "Competitività Regionale e Occupazione", Azione 3.1.2 "Salvaguardia ambientale, difesa del suolo, controllo dell’emergenza e del rischio tecnologico".

PERIODO DI REALIZZAZIONE

01 giugno 2010 - 31 dicembre 2013. Prorogato con progetto integrativo fino a dicembre 2014

PROGETTO IN BREVE

Obiettivi

Progetto pilota di ricerca industriale con l’obiettivo di potenziare ed integrare la rete di monitoraggio ambientale a disposizione dell’ARPAV. Obiettivi specifici:

  • tutela dell’ambiente: monitoraggio delle matrici ambientali anticipando le disposizioni legislative e ponendo attenzione alle tematiche sentite dall’opinione pubblica in tema di salute;
  • prevenzione dei rischi: determinazione delle soglie minime di allarme dei parametri ambientali reperibili in tempi brevi per l’intero territorio della Regione del Veneto;
  • minimizzazione impatto ambientale delle stazioni di monitoraggio: sperimentazione e implementazione di nuove tecnologie per la realizzazione di un nuovo modello di stazione di monitoraggio.

 

Attività ARPAV

Le attività svolte da ARPAV sono ricomprese all'interno dei seguenti Work Package:

  • WP 1
    Monitoraggio di nanoparticelle in aria.
    Analisi dello stato di fatto del monitoraggio della concentrazione di particelle ultrafini e nanoparticelle, attualmente non disciplinato da alcuna normativa ma estremamente sentito dall’opinione pubblica ed oggetto di numerosi studi scientifici; Studio per l’implementazione, nella rete di monitoraggio della qualità dell’aria gestita da ARPAV e già presente sul territorio regionale, dell’idoneità al rilevamento di nano-particelle; Inserimento della strumentazione per il monitoraggio in tempo reale di particelle ultrafini e nanoparticelle in un 'nodo prototipo mobile' della rete. Raccolta di dati relativi alla loro concentrazione sul territorio regionale; Interpretazione e valutazione dei risultati ottenuti; Individuazione delle relazioni che intercorrono tra la concentrazione di nanoparticelle ed altri fattori concomitanti, quali gli altri parametri chimico-ambientali monitorati, le condizioni meteorologiche e le attività antropiche.

  • WP 2
    Sensoristica acqua.
    Sviluppo di sensori elettrochimici in grado di monitorare le concentrazioni di alcuni metalli pesanti ritenuti di maggior interesse per il territorio Veneto ed in grado di comunicare tempestivamente il superamento di determinati livelli d’allarme; Ingegnerizzazione dei sistemi a dispositivi nano-elettrodici al fine di renderli compatibili (in termini di autonomia di campionamento e analisi) con le stazioni di monitoraggio previste; Studio per la portabilità del sistema di misura, il basso costo d’analisi e la miniaturizzazione; Studio e definizione di metodiche per l’analisi e il monitoraggio di metalli pesanti inquinanti, scelti sulla base della diffusione nel territorio, della tossicità e del comportamento in termini di elettroattività.

  • WP 3
    Stazioni di monitoraggio e rete per la diffusione dei dati.
    Analisi iniziale degli attuali elementi critici di costo di una stazione "convenzionale" di monitoraggio (ad esempio: manutenzione ordinaria e straordinaria, occupazione degli spazi, costo della sensoristica); Reingegnerizzazione della stazione di monitoraggio allo scopo di ridurre i costi di gestione della rete e migliorare la quantità e qualità dei dati raccolti, sfruttando le nuove tecnologie elettroniche e di telecomunicazione disponibili sul mercato; Realizzazione di due stazioni pilota sperimentali equipaggiate con nuovi sensori e gestite mediante l’impiego di nuove tecnologie di connettività WSN e Web-based, tali da permettere la rilocabilità, il basso impatto ambientale e il monitoraggio in tempo reale su rete Internet; Analisi comparative, sia in termini di costi, che di validità dei dati raccolti, della nuova configurazione di stazione e relativa connettività alla rete rispetto all’assetto attuale; Analisi dell’impatto potenziale sulla salute umana delle tecnologie utilizzate.

  • WP 4
    Gestione e amministrazione.
    Coordinamento e amministrazione del Progetto; Attivazione di un comitato guida di gestione; Attività di divulgazione

Budget (TOTALE)

€ 1.100.000,00

Budget (ARPAV)

€ 550.000,00

RUOLO ARPAV

Partner

REFERENTE ARPAV

Luca Menini - email: lmenini@arpa.veneto.it

SOGGETTI COINVOLTI

CIVEN - Coordinamento Interuniversitario Veneto per le Nanotecnologie (Italia)

AREA TEMATICA

Monitoraggio dell'inquinamento in tempo reale dell’ambiente con l’ausilio di nuove tecnologie.

AMBITO

Nazionale

LINK

http://www.resmia.eu/

RELAZIONI SULLO STATO DI AVANZAMENTO DEL PROGETTO

Azioni sul documento

ultima modifica 02/03/2015 10:18