Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Acqua Acque interne Bacino Scolante La rete di monitoraggio

La rete di monitoraggio

Sono quattro le tipologie di stazioni che compongono la rete di monitoraggio a seconda della distanza dalla foce ed ai requisiti di legge

  • stazioni di foce: situate in prossimità delle foci dei corpi idrici nella Laguna di Venezia, sono importanti prioritariamente per la definizione dello stato di qualità ambientale dei corpi idrici secondo il D.Lgs 152/06, degli obiettivi di qualità e dei carichi massimi ammissibili secondo il Decreto Ronchi-Costa;
  • stazioni intermedie: posizionate lungo l’asta dei corpi idrici o a chiusura di sottobacini idrografici, sono importanti prioritariamente per la definizione dello stato di qualità ambientale dei corpi idrici secondo D.Lgs 152/06 e degli obiettivi di qualità secondo il Decreto Ronchi-Costa;

  • stazioni di sorgente: situate in prossimità delle zone di risorgiva dei corpi idrici della parte settentrionale del Bacino Scolante, sono importanti prioritariamente per la definizione dello stato di qualità ambientale dei corpi idrici secondo il D.Lgs 152/06;

  • stazioni complementari importanti prioritariamente per la definizione dello stato di qualità ambientale e la caratterizzazione dei corsi d’acqua per l’uso irriguo e per la vita dei pesci.

Le date di prelievo vengono stabilite sulla base delle previsioni di marea astronomica, in condizioni di quadratura (quando la marea è debole non è né alta né bassa).

Le stazioni di monitoraggio nel territorio del Bacino Scolante del triennio 2010-2012, sono elencate nella Tabella scaricabile e rappresentate in cartina.

BSL_Rete_2010_2012.jpg

Azioni sul documento

ultima modifica 25/11/2014 15:39

APP Balneazione

APP Balneazione

Bacino Scolante

Il bacino scolante rappresenta il territorio la cui rete idrica superficiale scarica - in condizioni di deflusso ordinario - nella laguna di Venezia.

Vai alla sezione
Campagne informative