Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Agenti fisici Radiazioni ionizzanti Radon I Monitoraggi Indagine nelle scuole anni 2016-2018

Indagine nelle scuole anni 2016-2018

Controlli nelle scuole materne e asili nido, pubblici e privati, in alcuni Comuni del Veneto (non ancora monitorati) in provincia di Padova, Treviso, Verona e Vicenza (2016-2018) – iniziativa in corso d’opera (aggiornamento 07/11/16)

Con Decreto del Direttore della Sezione Prevenzione e Sanità Pubblica n. 10 del 29.05.2015 e DGRV n. 749 del 14.05.2015, la Regione del Veneto ha dato mandato ad ARPAV di gestire un progetto che prevede il monitoraggio annuale del gas radon in 1000 punti di edifici scolastici adibiti a materne e nidi, pubblici e privati, in un insieme di comuni del Veneto, non ancora sottoposti a monitoraggio, nelle province di Padova, Treviso, Verona e Vicenza.

Il progetto è un’estensione di iniziative analoghe condotte negli anni passati e si inserisce in un piano regionale più ampio che prevede di monitorare i nidi e le scuole materne di tutti i comuni del Veneto per stadi via via progressivi.

I comuni sono stati selezionati sulla base dell’indice di rischio radon derivato dalla precedente mappatura delle aree a maggior potenziale di radon del Veneto. Dei 43 comuni selezionati e contattati, 27 hanno aderito finora all'iniziativa.
Negli edifici scolastici dei comuni aderenti, da giugno 2016 sono iniziati i posizionamenti dei dispositivi di misura che proseguiranno fino al raggiungimento dei 1000 punti complessivi di monitoraggio previsti da progetto. Il monitoraggio prevede la misura annuale del gas radon mediamente in  5 punti per scuola.

In tabella è riportato l'aggiornamento delle adesioni comunali all'iniziativa con l'indicazione dei nidi e materne, pubblici e privati, censiti dal rispettivo Comune.

 

ProvinciaComune

N° nidi e materne
(pubblici e privati)

Padova Rovolon 2
Padova Saccolongo 2
Padova Veggiano 3
Treviso Caerano San Marco 2
Treviso Istrana 7
Treviso Loria 5
Treviso Povegliano 3
Treviso Riese Pio X 4
Treviso Castelfranco Veneto 12
Treviso Giavera del Montello 2
Verona Badia Calavena 2
Verona Bosco Chiesanuova 2
Verona Marano di Valpolicella
2
Verona Roverè Veronese
2
Verona San Mauro di Saline
1
Verona Sant'Anna d'Alfaedo
2
Verona Selva di Progno
2
Verona Vestenanova 2
Verona Rivoli Veronese 1
Verona San Zeno di Montagna 1
Verona Sant'Ambrogio di Valpolicella 7
Verona Tregnago 2
Vicenza Bassano del Grappa
21
Vicenza Bressanvido 1
Vicenza Monte di Malo
1
Vicenza Pove del Grappa
2
Vicenza Tezze sul Brenta
3

 

I Comuni contattati che non hanno ancora comunicato la loro eventuale adesione sono: Arcade, Cornuda e Nervesa della Battaglia in provincia di Treviso; Cartigliano, Crespadoro e Nove in provincia di Vicenza; Cerro Veronese, Erbezzo, Velo Veronese, Caprino Veronese, Dolcè, Ferrara di Monte Baldo, Fumane, Grezzana, Negrar e San Giovanni Ilarione  in provincia di Verona.

Azioni sul documento

ultima modifica 07/11/2016 11:51