Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Alimenti OGM_OLD

OGM: Organismi Geneticamente Modificati

Cosa sono

Gli OGM sono organismi viventi il cui patrimonio genetico è stato modificato stabilmente mediante l’inserzione di geni (porzioni di DNA) provenienti da altri organismi, allo scopo di sviluppare in essi nuove funzioni o far produrre sostanze diverse.
Tali modificazioni avvengono in modo diverso da quanto si verifica in matura mediante incrocio e/o ricombinazione genetica naturale.

Come si ottengono

Il patrimonio genetico di un organismo viene modificato identificando il gene (porzione di DNA) che codifica la caratteristica che interessa. Intervenendo con un processo di “taglia e cuci”, che sfrutta l’attività  di particolari enzimi, il gene viene isolato dall’organismo donatore ed inserito in un “vettore”.  Tale vettore sarà poi in grado di trasferire il gene “estraneo” alle cellule dell’organismo da modificare.

Per seguire le diverse fasi della trasformazione, è necessario posizionare vicino al gene da trasferire un gene detto “marcatore” che aiuta la codifica grazie ad un carattere facilmente distinguibile e che permette di identificare e selezionare solo le cellule trasformate. Negli OGM di prima generazione è stata impiegata la resistenza ad antibiotici, ora si utilizzano geni che  conferiscono vantaggi metabolici, come per esempio la capacità di demolire alcuni zuccheri.

Azioni sul documento

ultima modifica 16/02/2011 11:11