Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Ambiente e salute Fattori ambientali e salute Fitosanitari

In generale...

I fitosanitari (agrofarmaci) sono uno dei principali mezzi utilizzati nella protezione dei vegetali, e loro prodotti, dagli organismi nocivi, compresi gli infestanti, per migliorare la produzione agricola. Tuttavia, se non opportunamente valutati o se utilizzati in modo scorretto, possono costituire un rischio per la salute degli operatori agricoli e di altri gruppi di popolazione esposti.

Ai vantaggi derivanti dall'utilizzo dei fitosanitari si contrappongono, pertanto, le problematiche legate all’impatto sull’ambiente e sulla salute umana.

Così, la conoscenza approfondita delle caratteristiche chimico/fisiche, delle quantità dei prodotti fitosanitari utilizzati nel territorio e il controllo dei loro residui nelle acque e negli alimenti costituiscono un aspetto fondamentale per la valutazione degli impatti ambientali e sanitari e per la pianificazione di adeguate misure di prevenzione.

Prevenzione

La prevenzione si attua innanzitutto attraverso il contenimento dell’uso dei prodotti fitosanitari, con l’adozione delle tecniche di buona pratica agricola e sistemi di lotta integrata (uso di tecniche agronomiche a basso impatto ambientale) nonché l’utilizzo, se necessario, di prodotti capaci di agire selettivamente sull'organismo bersaglio, di degradarsi rapidamente in sostanze non tossiche nel ciclo naturale di decomposizione della materia, evitando ogni tipo di accumulo nell’ambiente.

Le azioni preventive devono interessare tutte le fasi del ciclo di produzione ed utilizzo degli agrofarmaci - dalla ricerca e sperimentazione, al commercio e utilizzo in campo - coinvolgendo i diversi soggetti interessati (aziende produttrici, commercianti, agricoltori, organi di controllo, ecc.). A tal riguardo, nel 2003, la Regione Veneto ha avviato il Progetto “Fitosanitari-Ambiente-Salute F.A.S.” che ha unito le competenze delle varie strutture regionali preposte alla tutela ambientale, della salute e delle attività agricole (Aziende Sanitarie, ARPAV, gli Ispettorati Agrari, le Associazioni di categoria, ecc.) per la realizzazione di una serie di iniziative finalizzate all’approntamento di metodologie di analisi e di controllo per la salvaguardia della salute umana.

Come limitare i livelli di concentrazione degli inquinanti?

Per limitare i livelli di sostanze attive potenzialmente inquinanti, è possibile adottare alcune strategie:

favorire la conoscenza degli effetti legati all’uso degli agrofarmaci: formazione e sensibilizzazione dei venditori ed utilizzatori di prodotti fitosanitari, relativamente alla tipologia di miscela, al suo impiego ed alla sua pericolosità, per una maggiore consapevolezza dei rischi potenziali connessi all’uso;

adottare tecniche agronomiche e mezzi meccanici a basso impatto ambientale: utilizzo di mezzi in grado di ridurre l’effetto di deriva dei prodotti fitosanitari durante la distribuzione, esecuzione dei trattamenti in condizioni climatiche ottimali, scelta mirata dei prodotti fitosanitari in base alla coltura ed al patogeno, ecc.

Vai a Aspetti ambientali

Vai a Rischi per la salute

Azioni sul documento

ultima modifica 17/11/2016 16:49

Progetto FAS

FAS