Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Amianto Quando è pericoloso

Quando è pericoloso

L’amianto è pericoloso solo quando le fibre di cui è composto possono essere inalate. Non emette radiazioni e gas tossici

 

lastra di eternit

Se l’amianto è COMPATTO: non esistono particolari rischi per la salute

Il materiale è duro e può essere sbriciolato o ridotto in polvere solo con l’impiego di attrezzi meccanici (dischi abrasivi, frese, trapani..).
Le fibre sono fortemente legate in una matrice stabile e solida per cui difficilmente si liberano.

 

 

Se l'amianto è compatto, come nel caso di materiali in cemento amianto (eternit), le fibre sono legate in una matrice solida per cui difficilmente si liberano. Lo stesso D.M. 6/9/94 Min. Sanità al punto 7 riporta: "Le lastre piane o ondulate di cemento-amianto, impiegate per coperture in edilizia, sono costituite da materiale non friabile che, quando è nuovo o in buono stato di conservazione, non tende a liberare fibre spontaneamente."

 

amianto friabile

Se l’amianto è FRIABILE: esiste il pericolo di inalarne fibre

Il materiale che contiene amianto può essere facilmente sbriciolato o ridotto in polvere con la semplice pressione manuale.
In tal caso le fibre di amianto sono libere o debolmente legate.
Le fibre che si liberano sono talmente sottili da rimanere in sospensione nell’aria anche a lungo e risultare facilmente inalabili.

Anche i materiali contenenti amianto compatto possono diventare un rischio se abrasi o danneggiati.

 

 

 

Azioni sul documento

ultima modifica 12/11/2013 09:56