Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Aria Informazione al pubblico sui livelli di ozono

Informazione al pubblico sui livelli di ozono

Da alcuni anni ARPAV ha attivato un sistema di informazione al pubblico sui superamenti, effettivi o previsti, della soglia di informazione e della soglia di allarme per l’ozono.

Per superamento si intende una o più ore consecutive durante le quali la concentrazione di ozono si è mantenuta al di sopra della soglia di informazione o di allarme.

L'informazione al pubblico è attiva durante il semestre estivo (da aprile a settembre),  il periodo più critico per l’ozono, la cui formazione negli strati più bassi dell’atmosfera è direttamente legata all’intensità dell’irraggiamento solare.

Veneto. Episodi di superamento della soglia d'informazione (N°) per l'Ozono.
Semestri estivi - anni 2014-2016

episodi di sup_soglia informazione 2016

Stagione estiva 2016. Alcuni dati

Nel semestre estivo 2016 la rete di monitoraggio ARPAV della qualità dell’aria ha rilevato 35 superamenti della soglia di informazione. Le ore totali di superamento della soglia di informazione sono state 101.

Nel complesso la stagione 2016 è stata particolarmente positiva rispetto alle precedenti: nel 2015 infatti erano stati rilevati 206 episodi di superamento della soglia di informazione per un totale di 622 ore. Il forte calo degli episodi di inquinamento acuto di ozono registrati nel 2016 sono da imputare prevalentemente alle frequenti condizioni atmosferiche favorevoli alla dispersione delle masse d'aria al suolo, instauratesi durante l’estate appena trascorsa.

Nel 2016, come nel 2015, il mese più critico per l’ozono è stato luglio, con 28 episodi di superamento. Il resto degli episodi sono avvenuti nei mesi di giugno (2) e agosto (5), senza alcun superamento registrato nei mesi di aprile, maggio e settembre.

I superamenti rilevati mese per mese

Durante il mese di giugno si registrano solamente due superamenti isolati, di breve durata, senza fenomeni diffusi e prolungati nel tempo di rilievo.

Nel mese di luglio si concentrano la gran parte dei superamenti della soglia di informazione del semestre estivo 2016. Nella giornata dell'11 luglio si hanno per la prima volta episodi di superamento in 3 diverse centraline, nelle province di Belluno e Vicenza, mentre nella zona orientale del Veneto le concentrazioni di ozono permangono relativamente lontane dalla soglia di informazione.

Dalla metà di luglio si instaurano condizioni meteorologiche di prolungata stabilità atmosferica con tempo sereno e temperature che toccano i 35°C, favorendo la formazione e l'accumulo al suolo dell'ozono. In questo periodo si ha l'unico vero episodio di superamento diffuso della soglia di informazione dell'ozono, in particolare nei giorni dal 18 al 20 luglio. Si sottolinea tuttavia che, a differenza degli anni scorsi in cui gli episodi più importanti interessavano generalmente tutte le province (fatta eccezione per Belluno), durante questo episodio, il più significativo dell'estate 2016, i superamenti della soglia di informazione hanno interessato solo 4 province (Verona, Vicenza, Padova e Treviso), con punte massime in pianura sempre al di sotto dei 200 µg/m3 e massimo assoluto di 205 µg/m3 nella stazione in quota di Boscochiesanuova.

Dal 21 luglio, con l'instaurarsi di una situazione di instabilità nelle aree pedemontane e montane ed un aumento della copertura nuvolosa, non si sono più registrati superamenti della soglia di informazione.

Durante il mese di agosto, dopo circa 2 settimane di relativa calma, si registrano superamenti sparsi durante la giornata del 4, che hanno interessato le province di Venezia, Padova e Vicenza. L'episodio si chiude in giornata con un unico superamento nelle 24 ore successive ad Asiago, Cima Ekar. Per tutto il resto di agosto l'ozono si mantiene a livelli contenuti, senza mai superare i 180µg/m3.

In settembre non si registra alcun superamento della soglia di informazione, per il mitigarsi delle temperature e l’accorciamento del periodo di irraggiamento solare diurno.

Per quanto riguarda la distribuzione spaziale dei superamenti della soglia di informazione, dai dati si evidenzia una maggiore frequenza di episodi nel Veneto centro-occidentale, senza superamenti nella provincia di Rovigo e con episodi isolati in provincia di Treviso, Venezia e Belluno.

Con il 30 settembre, termine della stagione estiva, viene sospesa l’emissione della previsione sulla qualità dell’aria per l’ozono, che verrà ripristinata il 1 aprile 2017.

Azioni sul documento

ultima modifica 07/10/2016 08:54

Stazioni qualità dell'aria

Mappa delle stazioni attive in Veneto

APP qualità Aria

APP Aria

ArpavPM10bot-Telegram

ico_bot_telegram.jpg

A proposito di … Uso della legna come combustibile

A proposito di … Uso della legna come combustibile copertina

1 edizione 2016

PM10 decalogo comportamenti

banner_PM10_decalogo comportamenti.jpg

Sono amico dell'aria pulita...

banner_PM10_KIDS.jpg