Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Climatologia Approfondimenti Meteo e Clima. Precipitazioni in Veneto anno 2012

Meteo e Clima. Precipitazioni in Veneto anno 2012

Le modeste precipitazioni di dicembre chiudono un anno complessivamente nella media ma con notevoli oscillazioni tra mese e mese.

Precipitazioni di dicembre 2012
Nel mese di dicembre si stima siano caduti sul Veneto mediamente 47 mm di precipitazione, per complessivi 863 milioni circa di m3 di acqua. Rispetto alla media del ventennio 1992-2011, pari a 86 mm, gli apporti meteorici mensili di dicembre 2012 risultano significativamente inferiori. Analoghi apporti mensili inferiori nel mese di dicembre sono stati registrati negli anni 1993, 1994, 1998, 2001, 2007 e 2011.
A livello di bacino idrografico il deficit pluviometrico varia tra i -60% del Piave ed i -28% della parte veneta dell’Adige.

I massimi apporti mensili sono stati registrati sull’area montana a cavallo tra le province di Vicenza e Verona, dove la stazione di Recoaro Mille (VI) ha registrato 113 mm, quella di Turcati-Recoaro (VI) 108 mm e la stazione di Boscochiesanuova (VR) 88 mm.
Gli apporti mensili minimi sono stati registrati sull’area Dolomitica dove la stazione di Faloria (BL) ha misurato 13 mm e quella di Villanova - Borca di Cadore (BL) 17 mm.


Precipitazioni in Veneto nell’anno 2012
Nell’anno 2012 si stima siano caduti mediamente 1.061 mm di precipitazione, per complessivi 19.500 milioni circa di m3 di acqua. A confronto con la media del ventennio 1992-2011, pari a 1.075 mm, gli apporti meteorici annuali del 2012 risultano sostanzialmente in media.
Esaminando gli apporti pluviometrici annuali a livello di bacino idrografico, sul territorio si registra una forte variabilità, con situazioni di surplus pluviometrico per Piave (+13%) e Tagliamento (+6%), valori prossimi alla media per Adige, Brenta e Livenza; deficit pluviometrico per il Bacino Scolante in Laguna (-15%) e per la Pianura Padana tra Livenza e Piave (-18%).

I massimi apporti nell’anno 2012 sono stati registrati sulle Prealpi con i 2.473 mm della stazione di Valpore - Monte Grappa (BL), i 2.114 mm rilevati in Cansiglio - loc. Tramedere (BL) e i 2.107 mm del Rifugio La Guardia – Recoaro (VI).
I minimi apporti annuali sono stati registrati sul Polesine meridionale, con, ad esempio, i 534 mm rilevati dalla stazione di Adria - Loc. Bellombra (RO), e sulla costa Veneziana dove la stazione di Venezia Istituto Cavanis ha misurato 555 mm.

Effettuando un confronto delle piogge areali mensili del 2012 con gli equivalenti valori del periodo 1992-2011, si ottengono le seguenti differenze percentuali:

gen febmaraprmaggiulugagosetottnovdic
-73% -56% -83% +36% +27% -44% -24% -41% +32% +26% +92% -45%

Dal confronto emerge che, se gli apporti complessivi annuali sono nella media, gli analoghi mensili sono assai differenti dalla media corrispondente, con periodi caratterizzati da significativa scarsità idrica – da gennaio a marzo, da giugno ad agosto, dicembre - e i restanti mesi con precipitazioni sensibilmente superiori alla media fino al picco di novembre pari a +92%.

Azioni sul documento

ultima modifica 04/01/2013 15:26