Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Climatologia Dati Autunno 2001

Autunno 2001

L'andamento meteo-climatico dell'autunno 2001 è stato caratterizzato da consistenti anomalie. In particolare, si segnalano: settembre estremamente piovoso e freddo ottobre molto caldo e stabile novembre nel complesso siccitoso come ottobre

 

Di seguito si analizza in dettaglio l'andamento dei tre mesi che costituiscono l'autunno meteorologico.


Analisi meteorologica mensile

Settembre
Fin dal primo giorno, il mese è caratterizzato da frequenti piogge che risultano particolarmente abbondanti nell'alto vicentino e nelle prealpi bellunesi. Nell'arco del mese si contano nel territorio regionale tra i 9 e i 15 giorni piovosi con piogge totali generalmente al di sopra della norma, comprese tra 60 mm (nel padovano centro-meridionale) e oltre 200 mm registrati nelle prealpi vicentine. Le temperature si mantengono per tutto il mese al di sotto della norma, soprattutto nei valori minimi, ad eccezione del periodo dal 21 al 25 quando un flusso di correnti sud-occidentali provoca un aumento dei valori termici sia delle minime che delle massime. In seguito, una nuova irruzione di aria fredda riporta le temperature al di sotto della norma.

Ottobre
Mese assai poco autunnale (per maggiori dettagli si veda "Ottobre 2001" al medesimo link), con temperature molto elevate, sopra la norma fino a fine mese, e scarse precipitazioni. Quest'ultimo aspetto, seppur rilevante, non è eccezionale per l'ultimo quarantennio: nel '95 le precipitazioni sul territorio furono pressoché assenti in tutto il mese di ottobre. La mancanza di perturbazioni ha contribuito al perdurare dell'anomalia termica, eccezionale soprattutto in termini di persistenza, ma anche di valori, specie nelle ultime due decadi. Le elevate temperature, inoltre, hanno favorito la presenza di fenomeni a carattere temporalesco, il 21 e 25 ottobre, generalmente accompagnati da elevata attività elettrica. Tali fenomeni sono più tipici della stagione estiva che di quella autunnale. Nel mese di ottobre 2001 solo grazie ai fenomeni temporaleschi si è potuta migliorare una situazione altrimenti compromessa dagli scarsi apporti meteorici precedenti. Dall'analisi delle temperature minime mensili, le notti dell'ottobre 2001 risultano le più calde dopo quelle del '66.

Novembre
Il mese di novembre, come quello di ottobre è caratterizzato da un'anomalia negativa nelle precipitazioni mensili rispetto alla norma 1961-'90, con solo il 17% di giornate piovose nell'intero periodo. Le frequenti configurazioni di alta pressione, hanno favorito la persistenza di condizioni di stabilità. Tuttavia, la circolazione spesso nord-orientale, con conseguente afflusso di aria fredda secca di origine continentale, ha limitato il numero di giorni caratterizzati da forte ristagno nei bassi strati e dalla presenza di foschie o nebbie.


Anomalie di settembre, ottobre e novembre 2001
Di seguito si riportano le anomalie termiche per i rispettivi mesi, come elaborate dalla NASA: Anomalia termica di settembre 2001, rispetto al trentennio storico 1961-90, Anomalia termica dell'ottobre 2001, rispetto al trentennio storico 1961-90, Anomalia precipitazioni del novembre 2001, rispetto al trentennio storico 1961-90.

Azioni sul documento

ultima modifica 23/11/2010 13:11