Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Climatologia Dati Estate 2018

Estate 2018

L’estate 2018 può essere sostanzialmente divisa tra un inizio relativamente fresco e piovoso e, a partire soprattutto dall'ultima decade di luglio, una fase calda e meno piovosa, anche se localmente ed in maniera irregolare gli apporti pluviometrici dovuti a fenomeni temporaleschi risultano rilevanti. Complessivamente la stagione risulta comunque più calda rispetto alle medie degli anni preedenti registrate nel mese di agosto. Frequente la presenza di fenomeni di forte intensità, che hanno anche apportato danni a carattere locale. Il 25/26 agosto, un episodio di rottura della stagione, con piogge abbondanti e la prima neve sotto i 2000 m sulle Dolomiti.

Il commento meteoclimatico si articola in tre sezioni principali:

Analisi sinottica

Vai alla descrizione analitica dei mesi:

Dati meteorologici

Temperature minime, massime e medie nei capoluoghi di provincia

mesemassime assoluteminime assolutemedia delle medie
giugno 30/34°C 10/15°C 19/24°C
luglio 32/36°C 12/18°C 21/25°C
agosto 34/37°C 7/13°C 21/26°C

Giorni piovosi sulla regione (numerosità nel periodo di rilevamento)

meseN° di giorni piovosi (>= 1mm)N° giorni con precipitazioni >= 40 mm
giugno 21 7 (il 4 con un massimo di 86.4 mm ad Asiago - aeroporto, il 5 con un massimo di 55.6 mm a Treviso, il 6 con un massimo di 69.6 mm a Turcati (Recoaro Terme), il 7 con un massimo di 46.0 mm a Villorba, l'8 con un massimo di 51.2 mm a Sorgà, il 12 con un massimo di 82.6 mm a Feltre e il 22 con un massimo di 83.2 mm ad Eraclea)
luglio 24 12 (il 3 con un massimo di 65.0 mm ad Arabba, il 5 con un massimo di 54.8 mm a Crespano del Grappa, l'8 con un massimo di 47.4 mm a Noventa di Piave - Grassaga, il 10 con un massimo di 83.6 mm a Malo, il 14 con un massimo di 77.2 mm a Bassano del Grappa, il 15 con un massimo di 47.2 mm a Monte Avena, il 16 con un massimo di 65.6 mm a Montagnana, il 20 con un massimo di 63.2 mm a Forno di Zoldo - Campo, il 21 con un massimo di 63.6 mm a Codevigo, il 22 con un massimo di 57.8 mm a Belluno - aeroporto, il 26 con un massimo di 60.6 a San Giovanni Ilarione e il 29 con un massimo di 49.2 mm a Bosco Chiesanuova)
agosto 26

11 (l'1 con un massimo di 80.6 mm a Rio Chiesa Alto (Livinallongo), il 2 con un massimo di 59.2 mm a Buttapietra, il 6 con un massimo di 56.8 mm a Turcati (Recooaro Terme), l'8 con un massimo di 54.6 mm a Crespadoro, il 9 con un massimo di 99.2 mm a Turcati (Recoaro Terme), il 13 con un massimo di 55.8 mm a Rosà, il 14 con un massimo di 61.8 mm a Lugagnana - Portogruaro, il 24 con un massimo di 57.2 mm a Contrà Doppio (Posina), il 25 con un massimo di 98.0 mm a Castelfranco Veneto, il 26 con una massimo di 45.2 mm a Misurina e il 31 con un massimo di 101.6 mm a Castana)

Eventi nevosi

meseEventi con accumulo di neve al suolo sulla montagna veneta (data del rilievo alle ore 8.00)
giugno 1 (pochi cm il giorno 13 oltre 2900/3000 m)
luglio 0 (tracce il giorno 21 a 3000/3200 m)

agosto

1 (il 25/26 oltre i 1700/2000 sulle Dolomiti, con 20/25 cm a 2200 m, quantitativi anche significativamente superiori oltre i 2500 m)

Dati climatologici

Analisi termometrica

L'analisi termometrica prevede alcune elaborazioni relative alla temperatura misurata a 2m; la numerosità delle stazioni su cui vengono rilevati i dati varia a seconda della specifica elaborazione.

Stazioni di rilevamento Elaborazioni effettuate Risultati
Una selezione di 32 stazioni Tabella con alcuni valori termici di riferimento dalla tabella si osserva che:
  • Temperatura media trimestrale: risulta ovunque superiore alla media, localmente in maniera significativa, con scarti mediamente di 1.0/1.5°C, con gli scostamenti maggiori su pianura centrale e costa.
  • Temperatura media di agosto; risulta ovunque nettamente superiore alla media, con scarti superiori allo scarto stagionale, localmente prossimi a.2°C.
  • Giorni con T minima superiore a 20°C: il numero medio mensile di giorni con tmin >20°C è superiore alla media, con scarti spesso rilevanti a carattere locale, con alcune stazioni che registrano un numero di giorni anche doppio rispetto alla media, specie su pianura centrale e costa.
  • Valore massimo di T massima del mese di agosto: generalmente le massime del mese di agosto sono rimaste lontane dai record storici; fa eccezione la stazione di Chioggia dove si è registrato il valore più caldo della serie storica.
  • Valore massimo trimestrale di T massima: anche in questo caso l'unica stazione che ha superato il record della serie storica è Chioggia, dove il valore del mese di agosto risulta anche il valore massimo trimestrale.

Analisi pluviometrica

L'analisi pluviometrica prevede alcune elaborazioni relative alla precipitazione misurata a 2m; la numerosità delle stazioni su cui vengono rilevati i dati varia a seconda della specifica elaborazione.

Stazioni di rilevamento Elaborazioni effettuate Risultati
Una selezione di 32 stazioni Tabella con alcuni valori pluviometrici di riferimento dalla tabella si osserva che:
  • Precipitazione media mensile: risulta distribuita in maniera molto irregolare, con la maggior parte delle stazioni in surplus pluviometrico, localmente anche in maniera rilevante per effetto di ripetuti episodi di marcata instabilità, soprattutto tra luglio ed agosto; localmente lo scarto è pari quasi al 100%. In alcuni singoli casi la media 'pluviometrica risulta inferiore ai valori di riferimento.
  • Numero medio di giorni piovosi: il numero medio mensile di giorni piovosi risulta prossimo alla media su costa, lago di Garda e pedemontana veronese, perlopiù superiore alle medie altrove, localmente in maniera marcata..
  • Numero medio di giorni con precipitazione superiore a 20 mm: risulta complessivamente in linea con le medie, o leggermente superiore.
  • Precipitazione massima accumulata in un giorno o in 5 giorni: nessuna stazione ha superato il valore storico giornaliero, risultando i fenomeni lontani, per le stazioni di riferimento, dai valori record. La sola stazione di Marano di Valpolicella ha superato invece il valore su 5 giorni consecutivi, per effetto di ripetuti fenomeni anche intensi, tuttavia registrati a cavallo con i primi giorni di settembre.

 

Analisi nivometrica

L'analisi nivometrica prevede alcune elaborazioni relative alla precipitazione nevosa misurata da stazioni o da operatori; la numerosità delle stazioni su cui vengono rilevati i dati varia a seconda della specifica elaborazione.

Stazioni di rilevamento Elaborazioni effettuate Risultati
Stazione Arabba [1980-2015] Altezza del manto nevoso stagionale rispetto alla media 1980-2015
Ad Arabba non si sono verificate nevicate con accumulo al suolo durante tutta la stagione estiva.

 

Note al testo

  1. valore “superiore alla media”, “inferiore alla media” e “in media”: valori superiori al 75° percentile, inferiori al 25° percentile e compresi nell'intervallo tra questi due estremi, rispettivamente, oppure entro una deviazione standard.
  2. valore “molto superiore” e “molto inferiore”: valori esterni all'intervallo 2.5°-97.5° percentile. Ove specificato si è fatto ricorso alla mediana, anziché alla media per l'elevata dispersione di specifici dati, come l'altezza del manto nevoso.
  3. Fonte dei dati: reanalisi National Centers for Environmental Prediction (NCEP), stazioni termopluviometriche della rete di ARPAV - Dipartimento Regionale per la Sicurezza del Territorio.
Azioni sul documento

ultima modifica 01/10/2018 14:08