Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Climatologia Dati Primavera 2002

Primavera 2002

La primavera 2002, comprendente i mesi di marzo, aprile e maggio, è stata caratterizzata da condizioni di tempo in prevalenza variabile, con progressivo aumento dell'instabilità atmosferica nel corso del periodo. Una primavera di per sé classica per il Veneto, con un'elevata piovosità nei mesi di aprile e maggio. Da segnalare anche i primi fenomeni temporaleschi, specie da aprile, nonché alcune giornate ventose. Per quanto riguarda la temperatura, si è assistito ad un progressivo rialzo dei valori termici dopo il freddo inverno. Tuttavia, le frequenti precipitazioni hanno parzialmente attenuato il tipico andamento stagionale, specie in aprile e maggio.

 

Il presente documento si articola in due sezioni:

Descrizione fenomenologica dell'andamento termico e della piovosità

La primavera si apre con una prima settimana di marzo mite e piuttosto piovosa, cui segue una settimana stabile e, eccetto il 14-15, dal 16 a fine mese il tempo rimane per lo più buono che si protrae ai primi giorni di aprile. Dal 6 al 20 aprile prevalgono condizioni di tempo da variabile a instabile. Nell'ultima decade di aprile il tempo si mantiene variabile e ventoso. L'ultimo mese di primavera è caratterizzato nelle prime due settimane in prevalenza da tempo instabile, a tratti perturbato con copiose precipitazioni. Una pausa di tempo in prevalenza stabile dal 15 al 20 è seguita da giorni di forte instabilità fino al 28, per poi concludere il mese all'insegna della variabilità.

Per il dettaglio mensile si veda:

 

Dati climatologici provinciali di temperatura e precipitazione

Il confronto è effettuato rispetto a due periodi di riferimento: 1961-'90 (M1) e 1992-2001 (M2)

Temperature minime, massime e medie nei capoluoghi di provincia

mesemassime [TAB1]minime [TAB1]massime assolute [fig Tx]minime assolute [fig Tn]
marzo leggermente superiori a quelli dei due periodi di riferimento leggermente superiori a quelli dei due periodi di riferimento generalmente al di sotto dei valori estremi dei due periodi di riferimento generalmente superiori
aprile in media in media
maggio in media in medi

Dalle considerazioni precedenti si evince che la primavera 2002, da un punto di vista termico, a parte un marzo relativamente caldo, si è mantenuta generalmente entro le medie trentennale e dell'ultimo decennio, non discostandosi in maniera significativa da nessuna delle due, né presentando valori eccezionalmente bassi o elevati.

 

Giorni piovosi stagionali e precipitazioni mensili sul Veneto (numerosità nel periodo di rilevamento) [TAB2]

meseprecipitazioni mensili [istogramma]precipitazioni stagionali [istogramma]giorni piovosi stagionali [istogramma]
marzo al di sotto di entrambe le medie il parziale deficit di precipitazione di marzo, è stato colmato dalle consistenti precipitazioni dei due mesi successivi, per un totale stagionale superiore ad entrambe le medie, specie in pianura mediamente superiore alla norma, specie nelle stazioni di pianura
aprile fatta eccezioe per Belluno, tutte le province sono risultate più piovose rispetto alle due medie considerate
maggio gli apporti meteorici sono stati ampiamente al di sopra delle due medie

In definitiva, quindi, la primavera 2002 è risultata piuttosto piovosa, contribuendo a colmare, almeno in parte e soprattutto per quanto attiene le implicazioni per il settore primario, il deficit idrico delle due stagioni precedenti.

Azioni sul documento

ultima modifica 01/02/2012 11:10