Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Climatologia Dati Primavera 2007

Primavera 2007

La stagione in Veneto è risultata complessivamente più calda della media 1992-2006 e con una piovosità totale in prevalenza intorno alla media o leggermente superiore.

 

La stagione primaverile 2007 in Veneto è risultata complessivamente più calda della media 1992-2006, con scarti medi di 2-3°C per le temperature massime e di 1-2°Cper le minime e con una piovosità totale in prevalenza intorno alla media o leggermente superiore, ad eccezione delle zone occidentali, tra le province di Vicenza, Padova e Verona e del trevigiano orientale, ove ha assunto valori inferiori. In particolare si segnalano condizioni termiche quasi sempre sopra la media ed un mese di Aprile eccezionalmente caldo; solo in alcuni brevi periodi, nella quinta pentade di Marzo, nella quarta e nell’ultima pentade di Maggio, sia le temperature massime che minime giornaliere sono risultate generalmente inferiori alla media. L’andamento pluviometrico è risultato contrastato con i due mesi di Marzo e Maggio in prevalenza più piovosi della media ed il mese di Aprile decisamente secco ovunque.

Il presente documento si suddivide in:


Descrizione meteorologica mensile

Dopo un mese di marzo complessivamente più caldo della media e più piovoso dei mesi precedenti, segue un mese di aprile che risulta il più caldo e il più secco dal 1992. Maggio risulta invece più piovoso della media, ma ancora molto caldo.

Dettaglio mensile:


Dati climatologici provinciali di temperatura e precipitazione

Dal confronto dei dati di precipitazione e temperatura della stagione esaminata con i valori medi del periodo di riferimento 1992-2005, risulta:

Temperature minime e massime medie mensili nei capoluoghi di provincia

periodomassime medie mensiliminime medie mensiliistogrammi
marzo
sopra le medie, specie su pianura centro-orientale leggermente sopra la media eccetto a Belluno ove è molto prossima al valore medio e a Padova e Venezia ove è molto superiore raggiungendo valori intorno ai record massimi del periodo 1992-2006

Tmax,Tmin

aprile

molto superiori alle medie (sopra i record precedenti)

superiori alle medie con valori prossimi o superiori ai record massimi a Padova, Vicenza, Venezia e Treviso

Tmax ,Tmin

maggio leggermente superiori alle medie intorno alla media a Belluno, Treviso e Rovigo, altrove superiori con superamento, seppur molto lieve, dei record massimi a Padova e Venezia

Tmax,Tmin

stagione Lo scarto medio stagionale è di +2.5°C Lo scarto medio stagionale è di +1.6°C

 

Precipitazioni e giorni piovosi sulla regione (numerosità nel periodo di rilevamento)

periodoprecipitazioni mensiligiorni piovosi stagionaliprecipitazioni stagionali
marzo in prevalenza superiori alla media degli ultimi anni con scarti positivi anche superiori a 50 mm a Venezia, Treviso, Belluno e Rovigo (istogramma)
nei capoluoghi risultano compresi tra 14 e 17 giorni in pianura e 25 giorni a Belluno ovvero inferiori alla media del periodo 1992-2006 a causa soprattutto della forte siccità registrata in Aprile (istogramma)

Istogramma di precipitazione stagionale nei capoluoghi: si osservano valori prossimi alla media a Vicenza e Treviso, sotto la media a Venezia e a Verona, leggermente sopra la media a Belluno, Padova e Rovigo.

Mappa di precipitazione stagionale: si osservano quantitativi maggiori sulle aree pedemontane e montane.

Scarto percentuale rispetto alla media: le zone occidentali e trevigiano orientale evidenziano scarti inferiori al 10%; altrove le precipitazioni sono intorno alla media, localmente superiori su Dolomiti Nord, pedemontana centrale e tra Polesine, Padovano Sud-Est e Veneziano centro-Sud.

aprile si registrano ovunque valori molto al di sotto della media con scarti negativi in prevalenza superiori ai 60-70 mm con punte anche di 100 mm circa
maggio in prevalenza superiori alla media con scarti che nei capoluoghi vanno dai 20 mm di Venezia ai 70 mm circa di Vicenza
Azioni sul documento

ultima modifica 23/02/2012 13:50