Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Idrologia Metodologia Misure Freatimetriche

Misure Freatimetriche

Il monitoraggio delle falde freatiche superficiali fornisce informazioni per la valutazione dello stato quantitativo dei corpi idrici sotterranei, permettendo così di monitorare le variazioni e le dinamiche del grande sistema idrogeologico regionale.

Le falde superficiali contenute negli acquiferi porosi sono caratterizzate da una superficie piezometrica e da una direzione di deflusso.

L'analisi statistica delle serie temporali (Time-series analysis) è diventata uno degli strumenti più utilizzati nel campo idrologico soprattutto per la valutazione delle risorse idriche. Le osservazioni della superficie piezometrica ripetute nel tempo ci forniscono lunghe serie di osservazioni che, attraverso la scomposizione nelle componenti di lungo (trend), medio (ciclo), e breve periodo (stagionalità), ci forniscono uno strumento per interpretare il presente ma anche ipotizzare gli sviluppi futuri.

La disponibilità delle serie freatimetriche è  quindi importante non solo per gli ingegneri e per i geologi nella progettazione idraulica ma per chi, ricoprendo ruoli da "decisore”, necessita di stime affidabili per la'ssunzione di decisioni strategiche nella gestione delle risorse sotterranee.

L’importanza del monitoraggio estensivo dei livelli freatici, ovvero della conoscenza del “regime dei livelli delle acque sotterranee”, è stata rimarcata in ambito europeo dalla Direttiva EU 2000/60. Questa Direttiva prescrive che la rete di monitoraggio delle acque sotterranee debba “fornire una stima affidabile dello stato quantitativo di tutti i corpi idrici o gruppi di corpi idrici sotterranei, compresa la stima delle risorse idriche sotterranee disponibili” (Direttiva EU 2000/60, Allegato V 2).

Freatimetro Stz 30 Maserada

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Misura freatimetrica manuale pozzo Maserada 

Azioni sul documento

ultima modifica 20/03/2012 15:30