Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Idrologia Monitoraggio Rete termopluviometrica tradizionale

Rete termopluviometrica tradizionale

La rete di stazioni termo-pluviometriche manuali si compone di 17 stazioni per la misurazione delle precipitazioni

La rete di stazioni termo-pluviometriche manuali si componeva nell'anno 2004 di n° 112 stazioni per la misurazione dei parametri fondamentali per lo studio del clima regionale e per la comprensione dei fenomeni termopluviometrici intensi. La rete di stazioni termo-pluviometriche manuali ereditate dall’ex Ufficio Idrografico di Venezia venne trasferita dalla Regione del Veneto ad ARPAV nel 2004. La rete è risultata e risulta necessaria tutt'ora, anche se obsoleta, al fine di disporre di una serie storica di osservazioni termo-pluviometriche di lungo periodo.

Con l'obiettivo di passare da una rete manuale ad una gestita in modo automatico, alla fine dell’anno 2004 è stata decisa una drastica riduzione degli strumenti di osservazione manuale con l’eliminazione della maggior parte delle stazioni termometriche tradizionali ed una riduzione di oltre il 60% di quelle pluviometriche.

Dall’anno 2012 è stata decisa un’ulteriore riduzione delle stazioni di monitoraggio con la soppressione di tutte quelle termometriche e di ulteriori 24 stazioni pluviometriche e pertanto  risultano attive unicamente 17 stazioni pluviografiche.

Stazioni Termopluviometriche Tradizionali

Rete termopluviometrica tradizionale ereditata dall’ex Ufficio Idrografico di Venezia

Azioni sul documento

ultima modifica 30/09/2016 11:38