Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Rifiuti Rifiuti speciali Particolari categorie di rifiuto

Rifiuti speciali - Particolari categorie di rifiuto

La normativa nazionale, in linea con le direttive comunitarie, prevede norme specifiche per la gestione di particolari categorie di rifiuti. In particolare, il titolo III alla parte IV del D.lgs. 152/06 e ss.mm.ii è dedicato interamente alla “Gestione di particolari categorie di rifiuti” (artt. 227-237).

Di seguito sono elencate alcune categorie di rifiuti per i quali produttori, trasportatori e gestori sono soggetti, oltre agli obblighi generali sui rifiuti, anche al rispetto degli specifici adempimenti e delle modalità di trattamento disciplinati nelle norme di settore.

  1. Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche – RAEE;
  2. Rifiuti sanitari;
  3. Veicoli fuori uso;
  4. Rifiuti e beni contenenti amianto;
  5. Pneumatici fuori uso;
  6. Combustibile Solido Secondario CSS;
  7. Rifiuti da attività di manutenzione delle infrastrutture;
  8. Rifiuti prodotti dalle navi;
  9. Oli e grassi vegetali e animali esausti;
  10. Rifiuti di beni in polietilene;
  11. Batterie al piombo esauste e rifiuti piombosi;
  12. Oli minerali usati;
  13. Rifiuti agricoli;
  14. Rifiuti da costruzione e demolizione;
  15. Apparecchiature contenenti PCB.

Altri approfondimenti sono disponibili per i settori conciario, fonderie e legno.

Azioni sul documento

ultima modifica 31/07/2014 10:11