Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Rifiuti Rifiuti urbani Rifiuti urbani 2017

Rifiuti urbani 2017

Principali indicatori dei rifiuti urbani

IndicatoreUnità
di misura
Anno
2017
Variazione
2017/16
Stato attualeTrend
Produzione totale di RU t/anno 2.219.658 -0,8% progressivo miglioramento quadratoVerde.jpg
Produzione residuo[1] t/anno 591.024 -1,8% progressivo miglioramento quadratoVerde.jpg
Percentuale di RD
(metodo RV al netto degli scarti -  DGRV 288/14)
% 68 +0,9 progressivo miglioramento quadratoVerde.jpg
Percentuale di RD  (metodo ISPRA al lordo degli scarti
- DM 26/05/2016)
% 73.6 +0,7

progressivo miglioramento

quadratoVerde.jpg
Rifiuti raccolti in maniera differenziata
metodo DGRV 288/14
t/anno 1.628.231[2] -0,5% situazione stabile quadratoGiallo.jpg
INDICATORI DI PRODUZIONE
Produzione RU pro capite kg/ab*anno 452 -0,8% progressivo miglioramento quadratoVerde.jpg
Quantità residuo pro capite kg/ab*anno 120 -1,8% progressivo miglioramento quadratoVerde.jpg
Quantità organico pro capite kg/ab*anno 141 -2,1% situazione stabile quadratoGiallo.jpg
Quantità vetro pro capite kg/ab*anno 46 +2,9% progressivo miglioramento quadratoVerde.jpg
Quantità carta e cartone pro capite kg/ab*anno 58 -1,0% situazione stabile quadratoGiallo.jpg
Quantità plastica pro capite kg/ab*anno 25 +2,7% progressivo miglioramento quadratoVerde.jpg
Quantità RAEE pro capite kg/ab*anno 4,9 +2,2% progressivo miglioramento quadratoVerde.jpg
INDICATORI DI GESTIONE
RU totali avviati a recupero t/anno 1.604 mila -0,5%

situazione stabile

quadratoGiallo.jpg
Ingombranti, spazzamento e residuo a recupero di materia t/anno 110 mila -10,0%[3] situazione stabile quadratoGiallo.jpg
Residuo avviato a trattamento t/anno 296 mila -6,5% progressivo miglioramento quadratoVerde.jpg
RU inceneriti t/anno 224 mila +10,0%[3] situazione stabile quadratoGiallo.jpg
RU avviati in discarica[4] t/anno 95 mila +1,0% situazione stabile quadratoGiallo.jpg

[1] residuo: rifiuto composto per il 99% dal EER 200301

[2] sono escluse 400 t di rifiuti avviati a recupero di energia e a smaltimento

[3] determinato anche dalla redistribuzione dei flussi dovuti al revamping di un impianto di recupero del secco residuo

[4] comprensivi dei rifiuti spiaggiati

Legenda

Lo stato attuale dell’indicatore, relativo all’ultimo anno di aggiornamento, è valutato rispetto ad un valore di riferimento (obiettivo); il valore di riferimento può essere indicato quale valore limite dalla normativa o essere desunto dal confronto con situazioni simili in ambito nazionale o europeo, ecc..
Lo stato attuale è rappresentato graficamente mediante la semplificazione delle icone di Chernoff (le cosiddette "faccine"):
progressivo miglioramentostato attuale positivo: l'indicatore rispetta il valore obiettivo di riferimento;
situazione stabilestato attuale non definito o incerto: l'indicatore non può essere confrontato con un valore obiettivo di riferimento, oppure sono presenti situazioni diverse che non permettono di formulare un giudizio complessivo a livello regionale.

Il trend indica l’evoluzione temporale della qualità della risorsa ambientale interessata dall'indicatore – e non l’andamento del valore dell’indicatore - rappresentata mediante icone colorate:
quadratoVerde.jpgtrend della risorsa in miglioramento;
quadratoGiallo.jpgtrend della risorsa stabile o incerto: può indicare un andamento costante o variabile ma non definito, oppure la mancanza di disponibilità di una serie storica (es. indicatore nuovo) o di confrontabilità con dati pregressi.

 

Andamento della produzione di rifiuto urbano nel Veneto. Anni 2000 - 2017

La produzione totale di rifiuti urbani in Veneto nel 2017 è in leggera diminuzione  rispetto all’anno precedente, raggiungendo i 2.219 milioni di t con un decremento dello 0,8% rispetto al 2016.

La produzione pro capite regionale diminuisce dello 0,8% rispetto all’anno precedente passando da 456 kg/abitante a 452 kg/abitante (1,24 kg/abitante*giorno).

1_produzione_200017.png

 

La percentuale di RD nella regione Veneto. Anno 2017

La raccolta differenziata in Veneto nel 2017 calcolata secondo il metodo della DGRV 288/14 si attesta al 68,0%.

Il raggiungimento di questa percentuale consente al Veneto di superare l’obbiettivo del 65% di RD previsto dal d.lgs 152/06 per il 2012. In relazione agli obiettivi del Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti Urbani e Speciali
(approvato con DCR n. 30/2015), che prevedono il raggiungimento del 76% di RD al 2020, si riscontra nel 2017 il superamento di tale soglia nei bacini Destra Piave e Sinistra Piave.

2_raccoltaDifferenziata2017.png

 

Distribuzione dei comuni in base agli obiettivi di raccolta differenziata raggiunti. Anno 2017

Nel 2017 i comuni che hanno superato l’obiettivo del 65% sono 499 (pari al 75% della popolazione), mentre quelli che già hanno raggiunto l’obiettivo previsto dal Piano Regionale dei Rifiuti (76%) sono 214 (pari al 33% della popolazione).

Il raggiungimento di tali risultati è determinato da un’organizzazione capillare della raccolta differenziata che risponde alle esigenze del territorio, informando e responsabilizzando tutti i soggetti coinvolti.

3_RD_distribuzioneComuni.PNG

Destinazione dei rifiuti urbani nel Veneto rispetto al totale rifiuto prodotto. Anno 2017

Nel 2017 la gestione dei rifiuti urbani conserva in Veneto le sue peculiari caratteristiche di eccellenza, riconducibili alla massimizzazione del recupero a fronte del ricorso sempre più marginale alla discarica.

L’analisi delle diverse forme di gestione negli anni rivela un progressivo aumento del recupero di materia, a cui vengono destinate da qualche anno anche frazioni storicamente destinate alla discarica
(es. spazzamento, ingombranti e EER 200301- secco residuo).

La gestione dei rifiuti urbani prodotti è caratterizzata da:

  • un elevato quantitativo di rifiuti avviati a recupero di materia (organico, frazioni secche recuperabili - carta, vetro, plastica, legno, RAEE, spazzamento e ingombranti),
  • una quota significativa di rifiuti avviati a trattamento per la produzione di CSS e a termovalorizzazione,
  • un ridotto conferimento in discarica del rifiuto residuo.

copy_of_4_gestioneRU.PNG

Indice di recupero di materia (IR). Anno 2017

L’applicazione delle percentuali di recupero ai quantitativi di rifiuti prodotti nel 2017 in Veneto ha permesso di ricavare il corrispettivo indice di recupero IR pari a 66,6% dei rifiuti urbani raccolti.

Tale indice rappresenta una stima delle quantità di materia, proveniente dalle attività di trattamento del rifiuto urbano, reimmessa in un ciclo produttivo industriale, rispetto al totale dei rifiuti prodotti.

L’indice di recupero, riportato di seguito, viene calcolato associando, ad ogni singola frazione di rifiuto, le percentuali di recupero ricavate dalle analisi merceologiche eseguite
nel corso degli anni dall’Osservatorio Regionale Rifiuti, dall’Università di Padova – Dipartimento IMAGE, dai Consorzi di filiera del sistema CONAI, dagli impianti stessi,
da studi specifici svolti da enti e istituzioni, oltre che da informazioni bibliografiche.

Nella tabella che segue si riportano gli IR relativi ai singoli Bacini per il triennio 2015-2017.

 

IR_2018.png

 

Rapporto sulla Produzione e Gestione dei Rifiuti Urbani nel Veneto Anno 2017

Scarica i dati di produzione Rifiuti Urbani 2017 in formato Excel

Fascicoli per Bacino Territoriale

Belluno – anno 2017

Brenta – anno 2017

Destra Piave – anno 2017

Padova Centro – anno 2017

Padova Sud – anno 2017

Rovigo – anno 2017

Sinistra Piave – anno 2017

Venezia – anno 2017

Verona Città – anno 2017

Verona Nord – anno 2017

Verona Sud – anno 2017

Vicenza – anno 2017

Azioni sul documento

ultima modifica 14/12/2018 09:16