Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Agrometeo
 

Bollettino Agrometeorologico Regionale

N° 10 del 20/03/2019

    

SETTORE FRUTTICOLO

 

Melo

Fase fenologica: orecchiette di topo–mazzetti fiorali.

Al momento non si sono ancora verificate le condizioni per infezioni primarie di Ticchiolatura.

Intervenire prima di eventuali piogge, con FUNGICIDI di CONTATTO.

Sulle varietà/appezzamenti soggetti a Oidio intervenire con ZOLFO.

E’ ancora possibile intervenire contro la Cocciniglia con OLIO MINERALE (che deve essere distanziato di 10 giorni dallo ZOLFO) e/o PYRIPROXYFEN.

Afide grigio: verificare la comparsa delle prime fondatrici, sui mazzetti, nella parte bassa delle piante di bordo. Nelle linee biologiche è importante intervenire tempestivamente con i prodotti a disposizione, PIRETRINE o AZADIRACTINA. Nell’integrato la difesa è basata sull’impiego prefiorale di TAUFLUVALINATE o FLONICAMID.

Afide lanigero: dove presente è possibile intervenire con CLORPIRIFOS ETILE, anche in miscela con OLIO. Intervento valido anche per Cocciniglia.

Pero

Fase di mazzetti fiorali.

Ticchiolatura e Cocciniglia: vedi melo.

Si consiglia di verificare la presenza di Cancri dovuti ad attacchi di Colpo di fuoco, asportare ed eliminare le parti colpite.

Actinidia

Fase di pianto e inizio germogliamento.

A differenza dello scorso anno, l’incidenza di PSA appare molto più limitata. Si consiglia di verificare la situazione e di programmare con il tecnico di riferimento una adeguata difesa, in considerazione del fatto che le infezioni che avvengono in primavera, favorite dalle piogge, si manifestano poi l’anno o gli anni successivi. Prodotti disponibili: SALI di RAME, Acibenzolar-S-METIL, BACILLUS AMYLOLIQUEFACIENS, da usare in una corretta strategia.

Pesco

Fase fenologica: fioritura.

In previsione di piogge o bagnature prolungate intervenire con PRODOTTI SPECIFICI per Monilia, su varietà sensibili.

E’ iniziato il volo di Cydia molesta. Al termine della fioritura istallare i diffusori a base di feromoni.

Albicocco

Segnalati danni da freddo, comunque limitati, in conseguenza degli abbassamenti di temperatura del 13/15 marzo scorsi (fino a –2 °C).

Cimice asiatica

La fuoriuscita degli adulti dai siti di svernamento appare ancora limitata. Si consiglia di istallare le trappole e di monitorarne la presenza in vicinanza di fabbricati, siepi e altri ricoveri.

 

 

SETTORE FRUTTICOLO (dal bollettino del 13.03.)

 

Melo e Pero Fase fenologica di gemma ingrossata/orecchiette di topo per il melo; gemma ingrossata/apertura gemme per il pero.

Con la comparsa delle punte verdi è possibile il verificarsi di infezioni di Ticchiolatura, in caso di pioggia, anche leggera. Il trattamento va sempre effettuato in via preventiva, quindi prima della pioggia prevista, utilizzando prodotti di contatto, di preferenza RAMEICI nelle prime fasi (efficaci anche verso i Cancri rameali) e successivamente DITIOCARBAMMATI o ALTRI.

Interventi specifici per l’Oidio, già da questa fase, con ZOLFO, sono consigliati dove la malattia è di non facile controllo.

Da questo periodo fino a orecchiette di topo/mazzetti si interviene contro la Cocciniglia, utilizzando OLIO MINERALE (che deve essere distanziato di 10 giorni dallo ZOLFO) e/o PYRIPROXYFEN (facendo attenzione ai dosaggi riportati nei diversi formulati commerciali). Si ricorda l’importanza della corretta e completa bagnatura di tutta la pianta; il trattamento va effettuato in condizioni climatiche favorevoli, con giornate asciutte e assenza di vento.

In questa fase è consigliato, negli appezzamenti di pero dove lo scorso anno si erano manifestati attacchi di Colpo di fuoco, un attento monitoraggio in modo da completare la pulizia con l’eliminazione delle parti di pianta o delle piante con presenza di cancri attribuibili alla Batteriosi.

Installare le trappole per Eulia.

Pesco Fase fenologica: bottone rosa

E’ ancora possibile intervenire contro la Bolla.

Per quanto riguarda gli Afidi, è opportuno verificarne la presenza, in quanto non sempre è necessario intervenire in prefioritura.

Per il controllo delle Cocciniglie si interviene con OLIO MINERALE e/o con PYRYPROXYFEN.

Ciliegio Fase fenologica: gemma ingrossata

E’ ancora possibile, per chi non ha già trattato, intervenire a ingrossamento gemme per il Corineo con prodotti RAMEICI (efficaci anche su Batteriosi) o ZIRAM.

Cocciniglia di S. Josè: si interviene con OLIO MINERALE e/o con PYRYPROXYFEN.

Cimice asiatica

La fuoriuscita degli adulti dai siti di svernamento si ha con temperature medie giornaliere tra i 12–13 gradi. Qualche fuoriuscita è iniziata la scorsa settimana. Le temperature si mantengono basse e questi primi individui difficilmente riescono a sopravvivere.

 

LEGISLAZIONE FITOSANITARIA (dal bollettino del 06.03.)

 

In data 21 febbraio 2019 sono stati approvati i disciplinari regionali di produzione integrata, parte difesa e tecniche agronomiche. I documenti sono disponibili sulla pagina web dell’Unità Organizzativa Fitosanitario https://www.regione.veneto.it/web/agricoltura-e-foreste/difesa-integrata.

 

SETTORE FRUTTICOLO

 

Melo

Fase fenologica mediamente di rigonfiamento gemme, con comparsa di punte verdi sulle varietà precoci, Pink lady, Braeburn, e, a seguire Granny e Gala.

A partire dalla fase di punte verdi, è possibile, in caso di pioggia, l’avvio di infezioni primarie di Ticchiolatura. Si consiglia di intervenire in via preventiva, nel caso in cui sia prevista una pioggia, con prodotti a base di RAME (efficaci anche sui Cancri rameali) o con DITIOCARBAMMATI.

Da questa fase fino a orecchiette di topo è possibile intervenire per le Cocciniglie, in relazione ai prodotti utilizzati.

Monitoraggi: verificare la presenza di Cancri rameali, Cocciniglie, uova di Ragnetto rosso, uova o fondatrici di Afidi. Da metà marzo esporre le trappole per Eulia.

Pero

Fase fenologica: gemma rigonfia.

Monitoraggi: ispezionare il pereto per verificare la presenza di cancri dovuti al Colpo di fuoco batterico, in particolare gli impianti con presenza di sintomi lo scorso anno. Asportare ed eliminare le parti colpite.

Per il controlli dell’Eriofide vescicoloso si può ancora intervenire, entro la fase di gemma ingrossata, con miscele di OLIO MINERALE e ZOLFO. Il trattamento è efficace anche su Cocciniglie e uova di Psylla.

Pesco

Fase fenologica: gemma ingrossata/bottone rosa.

Bolla e Corineo: intervenire in previsione di piogge o nebbie persistenti.

L’intervento AFICIDA può essere effettuato in prefioritura – verificare la presenza di Afidi – o rimandato al post-fioritura.

Cocciniglia grigia (Quadraspidiotus perniciosus): è ancora possibile intervenire, in prefioritura, con PYRYPROXYFEN, dove sia riscontrata la presenza o in caso di danni rilevati lo scorso anno.

Ciliegio

Corineo: Intervenire a ingrossamento gemme con prodotti RAMEICI o ZIRAM.

Albicocco

Intervenire da inizio fioritura, in relazione a piogge e bagnature prolungate, con prodotti SPECIFICI per Monilia.

 

SETTORE OLIVICOLO

 

Fenologia

E’ in atto la ripresa vegetativa, tuttavia, per la scarsità di precipitazioni, è presente nel terreno un deficit di umidità, che mantiene le pianta d’olivo a ridotta attività metabolica.

Operazioni agronomiche di periodo

Sono iniziate le operazioni di potatura, si raccomanda che i tagli, particolarmente se eseguiti su grossi rami, siano inclinati, per evitare ristagni di acqua, e siano rifilati, specialmente in vicinanza della corteccia. E’ consigliabile che gli strumenti di taglio, forbici, seghetti, troncatrici, siano disinfettati tra il passaggio da una pianta all’altra, o, almeno, all’inizio e al termine di ogni intervento di potatura, usando soluzioni di sali quaternari di ammonio al 1–2%, o di ipoclorito di sodio al 2–3%. I residui di potature, se colpiti da patologie, Rogna e Cancri rameali, vanno tolti dall’oliveti e, ove è consentito, bruciati.

E’ buona pratica lasciare provvisoriamente ai bordi degli appezzamenti dell’oliveto alcune fascine di ramaglie, perché concorrono, come “rami esca”, a contenere il Fleotribo (Phloeotribus scarabaeoides), detto anche Punteruolo o Tarlo dell’olivo, uno scolitide xilofago. Tali “rami esca” attraggono gli adulti che, in coppia, vi scavano una galleria di ovideposizione e dovranno poi essere bruciati entro la prima metà di maggio, periodo che precede lo sfarfallamento degli adulti.

Situazione fitosanitaria

Parassiti fungini: dopo la potatura va eseguito un trattamento con prodotti RAMEICI per contrastare eventuali parassiti fungini, quali l’Occhio di pavone (Spilocaea oleaginea), la Lebbra (Colletotrichum gloesporioides), la Piombatura (Pseudocercospora cladosporioides), l’Oidio (Leveillula taurica).

A queste principali crittogame si aggiungono Phoma spp. e Botryosphaeria spp., considerate secondarie per l’oliva, ma che, in questi ultimi anni, sembrano contribuire a provocare la “Cascola verde delle olive” , Imbrunimenti del legno e Cancri rameali.

Prossimo Bollettino Agrometeorologico: mercoledì 27 marzo 2019

 

Bollettino redatto in collaborazione con: Regione del Veneto, Settore servizi fitosanitari

 

Bollettino Meteorologico aggiornato: http://www.arpa.veneto.it/previsioni/it/html/meteo_veneto.php