Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Amministrazione trasparente Pagamenti dell'amministrazione Indicatore di tempestività dei pagamenti

Indicatore di tempestività dei pagamenti

Indicatore di tempestività dei pagamenti

In questa sezione sono disponibili i dati come indicato all'art. 33 del D.Lgs. 33/2013, così sostituito dall’art. 8, comma 1 della L. 23 giugno 2014, n. 89, poi modificato dall’art. 29 del D.Lgs 97/2016, e secondo la definizione e la modalità stabilite dagli artt. 9 e 10 del DPCM 22 settembre 2014.
“…le pubbliche amministrazioni pubblicano, con cadenza annuale, un indicatore dei propri tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi, prestazioni professionali e forniture, denominato “indicatore annuale di tempestività dei pagamenti”. A decorrere dall’anno 2015, con cadenza trimestrale, le pubbliche amministrazioni pubblicano un indicatore, avente il medesimo oggetto, denominato “indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti”, nonché l’ammontare complessivo dei debiti e il numero delle imprese creditrici. ...”

L’indicatore di tempestività dei pagamenti è calcolato come la somma, per ciascuna fattura emessa a titolo di corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura o richiesta equivalente di pagamento e la data di pagamento ai fornitori moltiplicata per l'importo dovuto, rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di riferimento.
L'indicatore è costruito quale differenza tra la data di scadenza del pagamento e la data di invio del mandato di pagamento al Tesoriere e ponderato con gli importi pagati. Nel caso l'indicatore presenti un valore negativo, significa che il pagamento delle fatture è avvenuto mediamente prima della scadenza delle stesse. Qualora, invece, l'indicatore presenti un valore positivo, significa che il pagamento delle fatture è avvenuto mediamente in ritardo rispetto alla data della scadenza delle stesse.

Anno 2021

La data di scadenza del documento è fissata a 30 giorni dal ricevimento della fattura.

Anno 2021Indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti
Ammontare complessivo dei debiti scaduti
(D.Lgs. 97/2016)

Numero delle imprese creditrici
(D.Lgs. 97/2016)
I Trimestre -6,12 € 0,00 0
II Trimestre -18.34 € 0,00 0
III Trimestre -19,72 € 0,00 0
IV Trimestre

 

Anno Indicatore annuale di tempestività dei pagamenti
Ammontare complessivo dei debiti scaduti
(D.Lgs. 97/2016)

Numero delle imprese creditrici
(D.Lgs. 97/2016)
2021

I valori negativi indicano il numero dei giorni anticipati di pagamento, in media, rispetto alla data di scadenza del documento.
I valori positivi indicano il numero dei giorni di ritardo nel pagamento, in media, rispetto alla data di scadenza del documento.

Indicatore di tempestività dei pagamenti - Anno 2021 - III trimestre


Ammontare complessivo dei debiti

Ai sensi dell'art. 33 c.1 d.lgs n. 33/2013 è previsto un aggiornamento annuale dell'ammontate complessivo dei debiti scaduti e del numero delle imprese creditrici. Viene fatto comunque un aggiornamento trimestrale disponibile nell'Indicatore di tempestività dei pagamenti.

Anno
Ammontare complessivo dei debiti scaduti
(D.Lgs. 97/2016)

Numero delle imprese creditrici
(D.Lgs. 97/2016)
2020 € 0,00 0
2019 € 0,00 0

il valore dell'indicatore dei debiti scaduti di ARPAV  è pari a zero pertanto non è presente l'elenco dei creditori. Questo dato è stato reso possibile perché da vari anni, come desumibile dai bilanci di esercizio dal 2016 in poi, il saldo finanziario dell’Agenzia è positivo e i pagamenti avvengono con tempi inferiori alla scadenza delle fatture, come desumibile dall’indicatore di tempestività dei pagamenti.

Storico

 

Struttura che aggiorna il contenuto: Unità Organizzativa Risorse Finanziarie e Patrimoniali

Azioni sul documento

ultima modifica 19/10/2021 17:01