Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Comunicati stampa Archivio Comunicati Stampa Comunicati 2014 Rifiuti. Rinnovata intesa fra Regione, Carabinieri e Arpav su controlli trasporto transfrontaliero

Rifiuti. Rinnovata intesa fra Regione, Carabinieri e Arpav su controlli trasporto transfrontaliero

24/11/2014

Fonte: Ufficio Stampa Regione del Veneto

La Regione e il Comando dei Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente continueranno la collaborazione per migliorare l’efficacia e l’efficienza complessiva dei controlli e delle attività di vigilanza in materia di tutela ambientale, con particolare riferimento al trasporto transfrontaliero dei rifiuti. Il relativo protocollo d’intesa è stato siglato a Palazzo Balbi a Venezia dall’assessore regionale all’ambiente Maurizio Conte, dal Magg. Massimiliano Corsano per il Comando del Gruppo Tutela per l’Ambiente di Milano e dal direttore generale dell’ARPAV Carlo Emanuele Pepe. Le regole comunitarie prevedono adempimenti precisi, nel caso di movimentazione di rifiuti che è soggetta, tra l’altro, a notifiche preliminari. La normativa nazionale stabilisce che le autorità tenute ad effettuare i controlli siano le Regioni e le Province autonome mentre il personale del Comando Carabinieri Tutela Ambiente è autorizzato ad effettuare ispezioni e verifiche. Nel Veneto la raccolta dei dati sulla gestione dei rifiuti nel suo complesso, comprendendo anche il trasporto transfrontaliero, è affidata all’ARPAV. Per attuare in modo coordinato e organico un maggior controllo sulle aziende che operano nel settore dei trasporti transfrontalieri di rifiuti ed attuare nel contempo un monitoraggio generale della gestione dei rifiuti speciali, è stata quindi rinnovata questa intesa triennale con cui vengono fissati i termini della collaborazione tra la Regione, insieme all’ARPAV, e il Comando dei Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente, anche in funzione della definizione di procedure comuni e condivise in tema di accertamento delle violazioni e di ottimizzazione del sistema di controllo per contrastare i crimini ambientali nell’ambito del territorio regionale. Inoltre, sarà utile anche sul piano della prevenzione di infiltrazioni da parte della criminalità organizzata. “L’obiettivo comune – ha sottolineato l’assessore Conte – è di conseguire la massima incisività in questa impegnativa attività a tutela dell’ambiente grazie alla stretta sinergia tra le professionalità del personale dell’istituzione regionale e dei Carabinieri”.

Agenzia Ambiente Veneto - ufficiostampa@arpa.veneto.it
Azioni sul documento

ultima modifica 24/11/2014 17:24