Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Comunicati stampa Archivio Comunicati Stampa Comunicati 2016 Incendio azienda Giovi Salotti a Santa Maria di Sala (VE). L’intervento di ARPAV

Incendio azienda Giovi Salotti a Santa Maria di Sala (VE). L’intervento di ARPAV

12/12/2016

(AAV), Padova 12 dicembre 2016 – Oggi alle 10 ARPAV è stata allertata dai Vigili del Fuoco di Venezia per un incendio in via Salgari a Santa Maria di Sala che ha coinvolto il capannone della ditta Giovi Salotti. L’incendio ha coinvolto circa un terzo del capannone provocando il crollo della struttura metallica e della copertura. Il capannone lungo circa 70 metri e alto circa 4 metri, costruito a moduli prefabbricati in alluminio con copertura in eternit era adibito alla produzione di divani e conteneva apparecchiature tecniche e materie prime (legno, poliuretano espanso elastico, comunemente chiamato gommapiuma, tessuti e altro materiale di vario genere).

Sul posto è stato verificato che l’incendio era stato parzialmente domato da parte dei Vigili del Fuoco e si avvertiva odore di materiale combusto e i fumi avevano invaso la zona circostante tra il parcheggio auto di proprietà della ditta Speedline e via Noalese. Viste le condizioni meteo con vento proveniente da Ovest – SudOvest, con intensità inferiore a 2 m/sec e la vicinanza di alcune abitazioni, sono state effettuate misure speditive di acido cloridrico/cianidrico, sostanze organiche volatili, idrocarburi policiclici aromatici e sono stati eseguiti campionamenti di aria ambiente mediante Canister.
Le misure di Idrocarburi policiclici aromatici (IPA-sostanze incombuste tipiche degli incendi) hanno dato valori di concentrazione progressivamente più basse, in un range da 3000 ng/m3 in fumo, nelle immediate vicinanze alla zona interessata dall’incendio, 600 ng/m3 all’interno della proprietà sita al civ. 188 di via Noalese , fino a 500 – 1200 ng/m3 in via Noalese, a circa 150 metri dall’incendio. Non sono state rilevate tracce di acido cloridrico né di acido cianidrico nei fumi in ricaduta. Sono stati misurati valori di Sostanze Organiche Volatili (con tecnica PID) pari a 0,140 ppm.
Analogamente l’analisi dei campioni di aria prelevati con canister, negli stessi punti sopra menzionati, hanno evidenziato valori di concentrazione di Sostanze organiche volatili quali benzene (30 – 15 µg/m3), toluene (11 –7 µg/m3 ) e stirene (13 µg/m3). Vista l’assenza di vento la ricaduta dei fumi ha coinvolto una zona limitata compresa tra via Salgari e via Noalese.
Successivamente alle operazioni di smassamento e messa in sicurezza da parte del personale dei Vigili del Fuoco, per quanto riguarda i rifiuti, vista la presenza di eternit, il Sindaco ha comunicato di provvedere immediatamente con ordinanza sindacale, ai fini dello smaltimento degli stessi. Sul posto era presente personale del SUEM e dell’Ulss 13 di Dolo.

Agenzia Ambiente Veneto - ufficiostampa@arpa.veneto.it
Azioni sul documento

ultima modifica 12/12/2016 18:47