Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Comunicati stampa Archivio Comunicati Stampa Comunicati 2017 INCENDIO VERITAS A MARGHERA. L'INTERVENTO DI ARPAV

INCENDIO VERITAS A MARGHERA. L'INTERVENTO DI ARPAV

07/06/2017

(AAV), Venezia 7 giugno 2017 - Questa mattina alle 10.20 ARPAV è intervenuta nell’incendio del capannone di VERITAS utilizzato per lo stoccaggio di rifiuti ingombranti costituiti principalmente da materassi usati, materiale ligneo (mobili vecchi, ecc), materiale plastico e altro, incendio presumibilmente derivante dall’ attività di triturazione rifiuti, anche se le cause andranno accertate dai Vigili del Fuoco.

E’ stata attivata la Sala SIMAGE perché vicino all’incendio si trova il deposito di carburanti di DECAL; quest’ultima ha attivato l’emergenza. Le lavorazioni in DECAL, consistenti in attività di carico autobotti e travasi, sono state cautelativamente sospese.
ARPAV ha provveduto ad attivare i campionatori automatici remoti disposti sul territorio in via Beccaria a Marghera e a San Giuliano, per campionare eventuali ricadute analizzando microinquinanti organici e altro. I tecnici con strumentazione speditiva hanno misurato nell’area prossima all’incendio, i composti organici volatili risultati con valori attorno a 25 parti per miliardo.

Incendio Veritas a Marghera

Il Centro Meteorologico di ARPAV ha comunicato che il vento era da Nord-Est stabile almeno sino alle 13.30 - 14.00.
La squadra ARPAV ha effettuato campionamenti con canister alle ore 11.50 presso la rotonda in via dell’Elettronica alla confluenza di via della Geologia, successivamente alle ore 14.14 in via Moranzani (area di ricaduta sottovento al di là del naviglio), infine alle ore 14.30 in via Pallada (area di ricaduta sottovento al di qua del naviglio).
Alle ore 16 l’incendio era sotto controllo e continuavano le attività di spegnimento e smazzamento dei rifiuti. Il vento, seppur modesto, spingeva i fumi verso sud-est, interessando le zone di Moranzani, Dogaletto e più in lontananza la riviera del Brenta. Aree che quindi potrebbero essere interessate da fumi e odori in ricaduta.
Sia le stazioni della qualità dell’aria di ARPAV, con particolare riferimento a Via Malcontenta, che le stazioni gestite da Ente per la Zona Industriale, non evidenziavano andamenti anomali.
Continuano le attività di campionamento in aree di ricaduta sino a completo esaurimento del fenomeno.

Agenzia Ambiente Veneto - ufficiostampa@arpa.veneto.it
Azioni sul documento

ultima modifica 07/06/2017 19:21