Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Comunicati stampa Archivio Comunicati Stampa Comunicati 2017 QUALITA’ DELL’ARIA. PRECISAZIONI SULLA CENTRALINA DI ESTE (PD)

QUALITA’ DELL’ARIA. PRECISAZIONI SULLA CENTRALINA DI ESTE (PD)

20/02/2017

(AAV), Padova 20 febbraio 2017 - La norma di riferimento per la qualità dell’aria (D.Lgs.155/2010) specifica che ai fini della valutazione e del miglioramento della qualità dell’aria, il territorio deve essere suddiviso in zone o agglomerati.
La Regione Veneto ha provveduto a tale zonizzazione in vigore il 1 gennaio 2013: il Comune di Este ricade nella zona “Pianura e Capoluogo di bassa Pianura,” di conseguenza, ai fini dell’adozione di azioni e misure volte al miglioramento della qualità dell’aria, il Comune di Este deve fare riferimento alla situazione di tale zona.
A seguito di accordi in sede di Comitato di Indirizzo e Sorveglianza (CIS), in data 29 novembre 2016 è stata emanata la Delibera di Giunta Regionale n. 1909 “Approvazione delle Linee Guida per il miglioramento della qualità dell’aria ed il contrasto all’inquinamento locale da PM10”.
Venivano istituiti tre gradi di criticità:
Criticità 0: livello di criticità più basso con cui viene valutata automaticamente la qualità dell’aria in assenza di eventi a criticità maggiore durante il semestre invernale;
Criticità 1: livello che si raggiunge quando in una zona o agglomerato viene superato il valore limite giornaliero (50 microgrammi al metro cubo) per sette giorni consecutivi;
Criticità 2: livello che si raggiunge quando in una zona o agglomerato viene superata la concentrazione media giornaliera di 100 microgrammi al metro cubo per 3 giorni consecutivi, indipendentemente dall’avvenuto raggiungimento del livello di criticità 1.
I livelli di criticità vengono valutati in base alle zone o agli agglomerati di appartenenza del comune.
Per quanto riguarda la zona “Pianura e Capoluogo Bassa Pianura”, alla quale come detto appartiene il Comune di Este, per l’inverno 2016-2017 è stato deciso in sede di CIS, sulla base delle valutazioni tecniche previste dalle norme vigenti, che le stazioni di riferimento fossero quelle di Legnago, Schio e Conegliano, tutte classificate come “fondo urbano”; tali stazioni, con riferimento ai criteri sopracitati, non hanno mai raggiunto la criticità 2, registrata invece, nell’agglomerato di Padova.
Per quanto sopra, si precisa che la centralina di Este non è stata in prima battuta inserita tra quelle di riferimento poiché classificata come “industriale”; come disposto dal D.Lgs 155/2010, nel corso del 2018 sarà rivista la zonizzazione e in tale occasione si rivaluterà la situazione relativa all’area di Este.
ARPAV, come previsto dalle Linee Guida, continuerà a comunicare tramite e-mail, all’indirizzo di posta elettronica istituzionale del Comune, il raggiungimento dei livelli criticità 1 o 2.
Con riferimento alla centralina si informa inoltre che i primi dati di concentrazione di PM10 misurati in manuale saranno disponibili entro la prossima settimana. Si procederà inoltre, in tempi brevi, a reinstallare un analizzatore automatico per la misura del PM10 e i dati saranno disponibili in diretta sul sito ARPAV presumibilmente a partire dal 27 febbraio.

Agenzia Ambiente Veneto - ufficiostampa@arpa.veneto.it
Azioni sul documento

ultima modifica 20/02/2017 11:05