Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Comunicati stampa Archivio Comunicati Stampa Comunicati dal 2000 al 2010 ONDATA DI GELO. IL FREDDO BATTE IL RECORD STORICO SULLA COSTA VENETA

ONDATA DI GELO. IL FREDDO BATTE IL RECORD STORICO SULLA COSTA VENETA

21/12/2010

 


In questi ultimi giorni, curiosamente come accadde l'anno scorso nello stesso periodo, il Veneto è stato investito da correnti di origine artica che hanno determinato un'intensa ondata di gelo ed una significativa nevicata il giorno 17, estesa fino alle zone costiere.
A partire dall'11 dicembre le temperature hanno subito un sensibile calo riportando i valori estremi giornalieri sia delle temperature minime che delle massime, sotto la media del periodo, in particolare anche molto sotto la norma nei valori minimi fino al giorno 19.
Le temperature minime più basse sono state registrate in prevalenza nella notte tra il 18 e il 19, dopo le nevicate estese del giorno 17. Nella maggior parte dei casi tali temperature non hanno comunque raggiunto i valori record rilevati, soprattutto in pianura, nel dicembre 2009. Questi ultimi rimangono in prevalenza i più bassi da quando è attiva la rete completa di stazioni meteorologiche ARPAV (dal 1992) e in alcuni casi sono risultati paragonabili ai record storici del gennaio 1985 e del febbraio 1956.
Solo alcune stazioni meteo della pianura meridionale e della costa hanno registrato temperature minime ancora più basse degli anni precedenti:
- Pradon Porto Tolle (RO), nel Delta del Po, ha raggiunto la ragguardevole temperatura di -11.6°C la mattina del 17 (il precedente record dal 1992 anno di inizio delle rilevazioni, era di -8.3°C del dicembre 2009);
- Frassinelle Polesine (RO) ha raggiunto il valore di -14.6°C (precedente record: -10.3°C nel gennaio 2002)
- Pelizzare a Bagnoli di Po (RO) ha raggiunto i -13.8°C (contro i -11.3°C nel dicembre 1996), Concadirame (RO) -13.1°C (-10.9°C nel dicembre 2009)
- a Chioggia la stazione di loc. S.Anna (VE) ha registrato una punta minima di -10.3°C sabato 18 superando seppur di poco il record precedente registrato un anno fa circa (-10.1°C, il 20 dicembre 2009).
Da menzionare infine la situazione del giorno 17 che è risultata particolare per due motivi:
- la nevicata che ha imbiancato tutta la regione, dalla zona alpina a tutto il litorale con un manto abbastanza uniforme dell'ordine dei 5 cm circa (localmente anche intorno ai 10cm),
- il clima rigido anche nelle ore diurne. Infatti venerdì 17 è risultato un giorno di gelo per tutto il Veneto, nel senso che le temperature massime giornaliere non hanno superato lo zero su pressoché tutto il territorio. Giornate simili sono abbastanza rare in Veneto ma, come già detto in premessa, la situazione si è ripetuta a distanza di un anno quasi esatto (quest'anno il 17, l'anno scorso il 20 dicembre).

 

Agenzia Ambiente Veneto - ufficiostampa@arpa.veneto.it
Azioni sul documento

ultima modifica 10/01/2011 11:22