Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Storico Agenti fisici Radiazioni non ionizzanti Numero di risanamenti in impianti radio televisivi e stazioni radio base - agg. 31/12/2011
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
Numero di risanamenti in impianti radio televisivi e stazioni radio base - agg. 31/12/2011 Si è provveduto al risanamento dei siti con superamento dei limiti normativi? R

DESCRIZIONE

Gli impianti radio televisivi e le stazioni radio base rappresentano la principale fonte di pressione ambientale per l’inquinamento elettromagnetico ad alta frequenza. L’ARPAV misura i livelli di campo elettrico emessi da tali impianti con controlli puntuali nei siti di maggior criticità e con campagne di misura prolungate, pianificate all’interno delle rete di monitoraggio regionale.

OBIETTIVO

Per la valutazione dello stato attuale dell'indicatore si sono presi come riferimento le percentuali di siti risanati rispetto ai superamenti riscontrati a livello nazionale: per gli impianti radiotelevisivi la percentuale è del 46%, mentre per le stazioni radio base del 60% (ISPRA- Osservatorio CEM)

VALUTAZIONE

faccina verde Analizzando i superamenti dei limiti di legge riscontrati nelle province del Veneto per gli impianti radiotelevisivi e per le stazioni radio base a partire dal 1997, si nota che le stazioni radio base sono state oggetto di pochi superamenti, limitati ad alcuni casi isolati registrati nelle sole province di Padova, Treviso e Venezia, e per la maggior parte in siti con presenza anche di impianti radio televisivi. Il ridotto numero di superamenti dei limiti di legge è dovuto sia al controllo preventivo, effettuato da ARPAV in fase di autorizzazione all’installazione di un nuovo impianto, sia alle potenze sempre più basse utilizzate dai nuovi sistemi di telefonia mobile.

Un numero considerevole di superamenti dei limiti di legge è stato riscontrato, invece, nello stesso periodo per gli impianti radiotelevisivi poichè utilizzano potenze maggiori rispetto alle stazioni radio base e sono generalmente concentrati in siti specifici (es. il sito Monte Cero dei Colli Euganei in provincia di Padova). Da evidenziare che in alcuni siti l’azione di risanamento non è ancora conclusa e che negli ultimi anni in più province si sono verificati superamenti in siti precedentemente bonificati.

Rispetto alla situazione nazionale, la condizione dell’indicatore per la regione Veneto è positiva: per gli impianti radiotelevisivi la percentuale di siti risanati è di circa il 78% contro il 46% della media nazionale, mentre per le stazioni radio base la percentuale di siti risanati è del 100% contro la media nazionale del 60%.

box giallo L’andamento temporale dell'indicatore mostra una situazione pressoché stazionaria rispetto agli anni precedenti.

 

Metadati
Data ultimo aggiornamento 15/8/2012
Fonte dei dati ARPAV
Fonte dell'indicatore ARPAV - Osservatorio Regionale Agenti Fisici
Sorgente digitale dei dati
Scopo
Unità di misura Numero stazioni e numero risanamenti
Metodo di elaborazione
Riferimento normativo LQ 36/2001; DPCM 8/7/2003; LR 29/1993;
Valore di riferimento Medie nazionali 46% e 60% siti risanati (ISPRA- Osservatorio CEM)
Periodicità di rilevamento dei dati continua
Periodicità di rilevamento dell'indicatore annuale
Periodicità di riferimento dal 1/1/1997 - al 31/12/2011
Unità elementare di rilevazione stazione radio base e impianto radiotelevisivo
Livello minimo geografico Puntuale
Copertura geografica provinciale
Aspetti da migliorare
Link utili
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento