Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Storico Agenti fisici Radiazioni non ionizzanti Popolazione esposta al campo elettrico prodotto dalle stazioni radio base - agg. 2009
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
Popolazione esposta al campo elettrico prodotto dalle stazioni radio base - agg. 2009 A che livelli di campo elettrico sono esposti i residenti in area urbana? I

DESCRIZIONE

L’indicatore di esposizione è stato sviluppato per fornire uno strumento di risposta alle sempre maggiori esigenze di informazione da parte della popolazione. L’indicatore è stato elaborato per i 7 comuni capoluogo ed è rappresentativo dell’esposizione della popolazione al campo elettrico prodotto dalle stazioni radio base (SRB) installate in Veneto.

L'elaborazione dell'indicatore si è svolta in due fasi: la prima finalizzata alla determinazione dei livelli di campo elettrico prodotto dalle SRB nel territorio di interesse, la seconda finalizzata allo studio della distribuzione della popolazione rispetto ai livelli di campo elettrico (vedi "metodo di elaborazione" in scheda metadati).

I parametri scelti per sintetizzare l’esposizione della popolazione sono i valori della mediana e del 95° percentile caratteristici dell’indicatore calcolato in ogni comune: la mediana dà un'indicazione del valore di campo elettrico a cui è esposta la metà della popolazione, mentre il 95° percentile indica il valore a cui è esposta la maggioranza della popolazione residente nel comune analizzato.

OBIETTIVO

Il valore soglia di riferimento per la valutazione dello stato attuale dell'indicatore è il  valore di attenzione e obiettivo di qualità stabiliti dalla normativa pari a 6 Volt/metro.

VALUTAZIONE

In base all’elaborazione effettuata, assumendo che tutta la popolazione risieda al primo piano degli edifici, in nessuno dei comuni capoluogo vi sono esposizioni significative, superiori a valori di 3.5 V/m.

Il valore più elevato della mediana è relativo al comune di Padova, mentre il 95° percentile più elevato si riscontra nei comuni di Padova e Verona.

Analizzando la distribuzione della popolazione secondo le classi di esposizione al campo elettrico generato dalle SRB per ciascun comune capoluogo, si evidenzia che nel comune di Belluno, a differenza degli altri comuni, la maggioranza della popolazione è esposta a valori di campo elettrico inferiori a 1 V/m; nei comuni di Padova, Rovigo, Treviso, Venezia e Verona più del 30% della popolazione è esposta a valori di campo elettrico compresi tra 1-1.5 V/m; a Vicenza i livelli di campo elettrico cui la popolazione è maggiormente esposta sono compresi tra 1.5-2 V/m.

Tali dati confermano i risultati dei controlli, ossia che i valori di campo elettrico cui è esposta la popolazione sono decisamente inferiori a 6 V/m (valore di attenzione e obiettivo di qualità stabiliti dalla normativa).

Metadati
Data ultimo aggiornamento 30/6/2010
Fonte dei dati ARPAV
Fonte dell'indicatore ARPAV
Sorgente digitale dei dati
Scopo
Unità di misura numero abitanti; % di abitanti per classi di esposizione; Volt/metro
Metodo di elaborazione La prima fase del lavoro è stata finalizzata alla determinazione dei livelli di campo elettrico, prodotto dalle SRB attive e installate ad ottobre 2009 all’interno del territorio comunale e presenti entro un raggio di 7 km oltre il confine. Le stime di campo elettrico sono state effettuate in condizioni cautelative, adottando la massima potenza per gli impianti e la propagazione in spazio libero.
Ai fini della valutazione dell’indicatore, è stato utilizzato il file degli edifici consegnato dall’Ufficio Cartografico della Regione Veneto e per ogni edificio sono stati determinati i livelli di campo elettrico calcolati a 5 metri sls. La quota di 5 metri deriva dall’altezza tipica del primo piano di un’abitazione, pari a 3 metri, alla quale sono stati sommati 2 metri al fine di considerare tutta la lunghezza del corpo umano. La quota al piede degli edifici è stata determinata utilizzando il Modello Digitale del Terreno (DTM) a disposizione dell’Agenzia che presenta una risoluzione di 10 metri.
La seconda fase dell’elaborazione è stata finalizzata allo studio della distribuzione della popolazione rispetto ai livelli di campo elettrico. Ogni comune capoluogo è stato suddiviso in base alle sezioni di censimento ISTAT disponibili (2004), e ad ogni sezione è stato assegnato il valore di campo elettrico ottenuto mediando i valori calcolati nei punti interni alla sezione stessa. Così facendo, nota la popolazione residente in ciascuna sezione, è stata costruita la distribuzione della popolazione in funzione dei livelli di campo elettrico prodotto dalle stazioni radio base cui è esposta.
Riferimento normativo LQ 36/01, DPCM 8/7/03
Valore di riferimento 6 V/m:Valore di attenzione e obiettivo di qualità
Periodicità di rilevamento dei dati continua per i dati degli impianti; decennale per le sezioni ISTAT della popolazione
Periodicità di rilevamento dell'indicatore ogni 5 anni
Periodicità di riferimento dal 1/1/2009 - al 31/12/2009
Unità elementare di rilevazione sezioni di censimento ISTAT
Livello minimo geografico Comunale
Copertura geografica comuni capoluogo del Veneto
Aspetti da migliorare
Link utili
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento