Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Storico Clima e rischi naturali Clima Bilancio Idroclimatico
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
Bilancio Idroclimatico Verificare la disponibilità idrica annua S

Il Bilancio Idroclimatico (BIC) rappresenta la differenza tra le precipitazioni e l’evapotraspirazione potenziale (ETP), e consente di stimare le disponibilità idriche e le eventuali condizioni di siccità che hanno caratterizzato le diverse aree della regione nel corso dell’anno.

L’evapotraspirazione (calcolata con il metodo di Hargreaves) misura la quantità di acqua dispersa in atmosfera, attraverso processi di evaporazione del suolo e traspirazione delle piante. In condizioni di disponibilità idrica non limitante, l’evapotraspirazione da un terreno ricoperto di vegetazione bassa, omogenea, in buono stato vegetativo ed esente da infezioni e malattie, è determinata solo dalle condizioni meteorologiche; in queste condizioni standard l’evapotraspirazione prende il nome di evapotraspirazione potenziale (ETP).

L’evapotraspirazione potenziale annua nel 2006 è risultata compresa tra i 500 ed i 1100 mm. I valori più bassi sono stati stimati in montagna e nella zona pedemontana con valori compresi tra i 500 ed i 900 mm; in pianura il valore di ETP è risultato più elevato, e generalmente compreso tra i 1000 ed i 1100 mm.

Il BIC è un primo indice per la valutazione del contenuto idrico dei suoli, quale saldo tra i mm in entrata (precipitazioni) e quelli in uscita (evapotraspirazione potenziale). Nelle carte del bilancio idrico climatico i valori positivi indicano condizioni di surplus idrico mentre quelli negativi rappresentano condizioni di deficit idrico.

Il BIC annuo evidenzia su tutta la pianura valori negativi compresi tra 0 mm delle aree pedemontana e -600 mm del Polesine; tale valore è determinato soprattutto dalle minori precipitazioni annue monitorate nella parte meridionale della pianura veneta. Risulta invece lievemente positivo nella zona montana.

Il BIC del bimestre giugno-luglio è stato particolarmente negativo su tutta la regione con valori compresi tra -140 e -320 mm: questo a causa della concomitanza di alte temperature e scarse precipitazioni. Gli andamenti di questo bimestre hanno influenzato pesantemente le produzioni agricole di colture irrigue, quali ad esempio il mais, che a livello regionale ha avuto un calo medio di produzione del 20% rispetto l’anno precedente (fonte INEA: Rapporto 2006 sulla Congiuntura del settore Agroalimentare Veneto).

Evapotraspirazione Potenziale (ETP) nel 2006.
Bilancio idroclimatico (BIC) nel 2006.
Bilancio Idroclimatico (BIC) del bimestre giugno-luglio 2006.
Metadati
Data ultimo aggiornamento 30/9/2007
Fonte dei dati ARPAV
Fonte dell'indicatore ARPAV
Sorgente digitale dei dati
Scopo
Unità di misura millimetri
Metodo di elaborazione
Riferimento normativo
Valore di riferimento Valori di BIC prossimi allo 0
Periodicità di rilevamento dei dati giornaliera
Periodicità di rilevamento dell'indicatore mensile, semestrale, annuale
Periodicità di riferimento dal 1/1/2006 - al 31/12/2006
Unità elementare di rilevazione
Livello minimo geografico Regionale
Copertura geografica regionale
Aspetti da migliorare
Link utili
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento