Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Storico Clima e rischi naturali Clima Temperatura agg. 31/12/2011
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
Temperatura agg. 31/12/2011 Si sono registrate delle significative variazioni delle temperature? S

DESCRIZIONE

Tale indice, dimensionale (°C), fornisce il valore medio annuo assunto da ogni singola variabile in un dato anno, in una data area.

La media di riferimento è determinata dalla disponibilità dei dati delle stazioni ARPAV su tutto il territorio regionale, a partire dal 1994, al fine di poterne ottenere una rappresentazione spaziale omogenea.

I dati di temperatura sono, per ciascuna stazione disponibile, le minime, medie e massime giornaliere, espresse in gradi centigradi (°C) calcolate a partire da dati rilevati automaticamente ogni 15’.

OBIETTIVO

L’andamento della temperatura media, massima e minima media annuale per il 2011 è confrontato con la media di riferimento 1994-2010.

VALUTAZIONE DELL’INDICATORE

Per il confronto con i valori medi si è valutata la differenza di ciascuna delle tre variabili, rispetto al comportamento medio nel periodo di riferimento 1994/2010 mediante cartografie. In tal caso, per valutare lo stato e il trend della risorsa, si sono considerati positive le diminuzioni, negativi gli aumenti con un intervallo di ± 1°C.

faccina gialla La media delle temperature medie giornaliere, nel 2011, evidenzia, ovunque sulla regione,  valori superiori alla media 1994-2010. Tali differenze risultano generalmente comprese tra i 0.5 °C e 1 °C. I valori più alti riguardano le zone montane e pedemontane della provincia di Vicenza e la parte occidentale della provincia di Belluno.

La media delle temperature massime giornaliere, nel 2011 evidenzia, ovunque sulla regione,  valori superiori alla media 1994-2010. Tali differenze risultano generalmente comprese tra i 0.6 °C e 1.2 °C.

La media delle temperature minime giornaliere sulla regione, nel 2011 indica valori più prossimi alla la media di riferimento 1994-2010 ma comunque superiori ad essa su buona parte del territorio. I valori sono compresi tra 0,2 °C e 0,8 °C.

 Dall'analisi delle spazializzazione relative agli scarti delle temperature minime, medie e massime annuali si deduce un 2011 nel complesso lievemente più caldo della media.

Metadati
Data ultimo aggiornamento 15/7/2012
Fonte dei dati ARPAV
Fonte dell'indicatore ARPAV - Centro Meteorologico di Teolo
Sorgente digitale dei dati banca dati SIRAV
Scopo
Unità di misura
Metodo di elaborazione
Riferimento normativo
Valore di riferimento Media 1994-2010
Periodicità di rilevamento dei dati giornaliera
Periodicità di rilevamento dell'indicatore annuale
Periodicità di riferimento dal 1/1/1994 - al 31/12/2011
Unità elementare di rilevazione
Livello minimo geografico Puntuale
Copertura geografica regionale
Aspetti da migliorare
Link utili
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento
Scarto temperatura max media 2011 rispetto media 94-10

Anomalia2011Tmax.jpg

scarto temperatura media 2011 rispetto media 94-10

Anomalia2011Tmed.jpg

Scarto temperatura min media 2011 rispetto media 94-10

Anomalia2011Tmin.jpg

Versioni anni precedenti

2006

2007

2009

2010