Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Storico Rifiuti Gestione dei rifiuti Quantità di rifiuti urbani raccolti in modo differenziato- agg. 31/12/2010
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
Quantità di rifiuti urbani raccolti in modo differenziato- agg. 31/12/2010 Sono stati raggiunti gli obiettivi di Legge sulla raccolta differenziata? R

DESCRIZIONE

La percentuale di raccolta differenziata rappresenta il risultato delle misure messe in atto dalle amministrazioni locali (risposte) per la gestione dei rifiuti urbani, al fine di raccogliere la maggior quantità di rifiuti da avviare a recupero, minimizzando il ricorso all'utilizzo degli impianti di smaltimento e di intercettare le tipologie di rifiuti potenzialmente dannosi per l'ambiente.

OBIETTIVO

Il valore di riferimento per la valutazione dell'indicatore è stabilito sia dalla normativa nazionale sia dal Piano Regionale per la Gestione dei Rifiuti Urbani e consiste nel raggiungimento del 50% di raccolta differenziata entro il 2009 e del 65% entro il 2012.

VALUTAZIONE

La quantità di rifiuti urbani raccolti in modo differenziato in Veneto nel 2010, che ammonta a 1.404.222 t, è aumentata del 5,3% rispetto al 2009 confermando il trend positivo di crescita dell'indicatore che si attesta al 58,3%. Tale valore consente al Veneto di superare ormai da 3 anni l’obiettivo del 50% e di collocarsi ai primi posti tra le Regioni italiane.

A livello provinciale solo Venezia non ha raggiunto nel 2010 l’obiettivo normativo del 50%, pur avendo registrato rispetto all’anno precedente un incremento pari a 3 punti percentuali. La provincia di Treviso si conferma al primo posto nella classifica regionale con il 72,4% di raccolta differenziata, superando anche l’ultimo obiettivo previsto dal D.Lgs. 152/06 per il 2012 (65%).

L’obiettivo del 50% di raccolta differenziata è stato raggiunto dall’85% dei Comuni veneti, pari al 77% della popolazione. Il 58% dei Comuni ha già conseguito l’obiettivo massimo del 65%.

Metadati
Data ultimo aggiornamento 29/9/2011
Fonte dei dati Comuni
Fonte dell'indicatore ARPAV – Osservatorio Regionale Rifiuti
Sorgente digitale dei dati
Scopo
Unità di misura Tonnellate, percentuale (%)
Metodo di elaborazione
Riferimento normativo L. 296/06 “Legge Finanziaria 2007” e Piano Regionale per la Gestione dei Rifiuti Urbani
Valore di riferimento 50% (obiettivo previsto dal PRGRU e dalla legge 296/2006 per il 2009)
Periodicità di rilevamento dei dati annuale
Periodicità di rilevamento dell'indicatore annuale
Periodicità di riferimento dal 1/1/1997 - al 31/12/2010
Unità elementare di rilevazione comune
Livello minimo geografico Comunale
Copertura geografica Regione
Aspetti da migliorare
Link utili http://www.isprambiente.gov.it/site/it-IT/Pubblicazioni/Rapporti/Documenti/rapporto_141_2011.html#Sommario
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento