Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Storico Rifiuti Gestione dei rifiuti Rifiuti speciali smaltiti nelle diverse tipologie di discarica - agg. 31/12/2010
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
Rifiuti speciali smaltiti nelle diverse tipologie di discarica - agg. 31/12/2010 E’ in diminuzione lo smaltimento dei rifiuti speciali in discarica? PR

DESCRIZIONE
L’analisi della quantità di rifiuti speciali avviati a smaltimento in discarica permette di valutare l’implementazione della gerarchia europea dei rifiuti nella gestione effettuata a livello regionale. In particolare lo smaltimento in discarica risulta l’ultima opzione da adottare dopo il riciclaggio, il recupero energetico, il pretrattamento chimico fisico biologico e l’incenerimento. Questa modalità di gestione deve essere adottata solamente per quelle tipologie di rifiuti per le quali non risulta tecnicamente ed economicamente applicabile un processo di lavorazione volto al recupero o, in seconda battuta, ad altre forme di smaltimento (pretrattamento chimico fisico biologico e incenerimento).

OBIETTIVO
In linea con i contenuti della normativa comunitaria e nazionale il quantitativo di rifiuti speciali smaltiti in discarica dovrebbe mostrare un trend in diminuzione nel tempo. Si fa riferimento al valore pubblicato dall’Osservatorio Rifiuti e relativo al 2010.

VALUTAZIONE
faccina verde Il numero delle discariche che hanno ricevuto rifiuti speciali in Veneto nel 2010 sono state 50 (dati MUD), di cui 21 sono per rifiuti non pericolosi e 29 per rifiuti inerti. La quantità di rifiuti speciali smaltiti nel 2010 ammonta a quasi 1,2 milioni di tonnellate, di cui oltre 560.000 avviati in discariche per rifiuti non pericolosi e oltre 560.000 t in discariche per rifiuti inerti.box verde La quantità di rifiuti speciali smaltita in discarica, registra un andamento decrescente che risulta più limitato nel periodo 2002-2005 e successivamente più marcato (2005 – 2010). Questo fenomeno è legato all’incremento dell’avvio dei rifiuti ad attività di riciclaggio, come indicato dalla gerarchia dei rifiuti. Nell’ultimo biennio si è registrata un’ulteriore significativa diminuzione, legata anche agli effetti della crisi economica.

Metadati
Data ultimo aggiornamento 15/11/2012
Fonte dei dati ARPAV
Fonte dell'indicatore ARPAV – Osservatorio Regionale Rifiuti
Sorgente digitale dei dati
Scopo
Unità di misura tonnellate/anno, percentuale (%)
Metodo di elaborazione
Riferimento normativo D.Lgs. 152/06 – D. Lgs. 205/2010 - D.Lgs. 36/2003;
Valore di riferimento
Periodicità di rilevamento dei dati annuale
Periodicità di rilevamento dell'indicatore annuale
Periodicità di riferimento dal 1/1/2002 - al 31/12/2010
Unità elementare di rilevazione discarica
Livello minimo geografico Provinciale
Copertura geografica Regionale
Aspetti da migliorare
Link utili http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/rifiuti/file-e-allegati/Relazione%20Rifiuti%20Speciali%202010.pdf
http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/rifiuti/file-e-allegati/documenti/Produzione_gestione_RS_Veneto_2009.pdf
http://www.isprambiente.gov.it/it/pubblicazioni/rapporti/rapporto-rifiuti-speciali-edizione-2010-estratto
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento