Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Storico Rifiuti Gestione dei rifiuti Sistemi di raccolta dei rifiuti urbani - agg. 31/12/2008
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
Sistemi di raccolta dei rifiuti urbani - agg. 31/12/2008 Come incidono i sistemi di raccolta sulla gestione dei rifiuti urbani? R

DESCRIZIONE

Il sistema di raccolta rappresenta uno degli aspetti fondamentali nella gestione dei rifiuti urbani, da un lato perché influenza la quantità e la qualità dei rifiuti che vengono intercettati ed avviati a recupero o smaltimento, dall’altro perché determina il costo del servizio di raccolta.

OBIETTIVO

Il sistema di raccolta che determina il vero e proprio salto di qualità nella gestione dei rifiuti è la separazione della frazione organica attraverso una raccolta secco-umido. Per questo un valore di riferimento nella valutazione della diffusione del sistema secco-umido può essere la quantità procapite di rifiuto organico intercettato (media italiana pari a 55.6 Kg/ab*anno).

VALUTAZIONE

I comuni che effettuano la raccolta differenziata della frazione organica, cosiddetta raccolta secco-umido, nel 2008 sono l’89%, interessando il 92% circa della popolazione. Tra questi, la modalità domiciliare o porta a porta continua ad essere la più diffusa, interessando 425 comuni, pari al 73%.

Per quanto riguarda l’intercettazione della frazione organica il Veneto riveste il primato in Italia con oltre 118 Kg/ab*anno nel 2008 (più del doppio rispetto la media italiana che nello stesso anno si attestava a 55.6 Kg/ab*anno) .

L’andamento temporale conferma la tendenza alla diffusione capillare della raccolta secco-umido rispetto a quella indifferenziata. In particolare, si può osservare che il sistema di raccolta secco-umido porta a porta è quello che si sta maggiormente affermando a livello regionale, sostituendo progressivamente la raccolta secco-umido stradale e soprattutto il sistema di raccolta indifferenziato. Quest’ultimo è ancora effettuato in comuni situati nelle province di Belluno, Vicenza e Verona, caratterizzate interamente o in parte dal territorio alpino o prealpino. Padova e Treviso hanno tutti i comuni impegnati nella raccolta secco-umido, mentre Rovigo e Venezia hanno un solo Comune che non la pratica. 

Versioni anni precedenti: 2006, 2007

ELABORAZIONI DEI DATI

Numero e perc. di Comuni del Veneto che adottano diversi sistemi di raccolta dei RU (indifferenziato e secco-umido con diverse modalità). Anni 1999-2008.
rif_tab1_tab2_fig1_fig2.xls
Metadati
Data ultimo aggiornamento 1/8/2010
Fonte dei dati comuni
Fonte dell'indicatore ARPAV – Osservatorio Regionale Rifiuti
Sorgente digitale dei dati
Scopo
Unità di misura numero, percentuale (%), pro capite (kg/ab*anno)
Metodo di elaborazione
Riferimento normativo D. Lgs 152/06
Valore di riferimento 55,6 kg/ab*anno di rifiuto organico intercettato in Italia nel 2008
Periodicità di rilevamento dei dati annuale
Periodicità di rilevamento dell'indicatore annuale
Periodicità di riferimento dal 1/1/1999 - al 31/12/2008
Unità elementare di rilevazione comune
Livello minimo geografico Comunale
Copertura geografica regionale
Aspetti da migliorare
Link utili ISPRA - Rapporto Rifiuti 2008 - Capitolo 2 (http://www.apat.gov.it/site/_files/Rap-rif08/Capitolo_2.pdf)
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento