Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Indicatori Ambientali Agenti fisici Rumore Estensione della rete ferroviaria con prefissati livelli di rumorosità
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
Estensione della rete ferroviaria con prefissati livelli di rumorosità Quali province hanno più infrastrutture ferroviarie ad elevata rumorosità? S

DESCRIZIONE

Il traffico ferroviario risulta una delle principali sorgenti di inquinamento acustico, in quanto in grado di generare livelli di rumorosità che coinvolgono in modo sistematico ampie fasce di territorio. Il rumore prodotto ha origine da diverse componenti, tra cui in particolare il contatto ruota-rotaia, i motori di trazione e il rumore aerodinamico. Il livello continuo equivalente della pressione sonora ponderata A (LAeq), generato dal traffico ferroviario su un tratto di linea, può essere stimato attraverso le informazioni e i dati che caratterizzano il transito dei singoli convogli (velocità, tipologia, lunghezza del convoglio, ecc.).

E’ stata condotta una analisi su base provinciale della distribuzione della rete ferroviaria in funzione delle emissioni di rumore; queste sono state stimate a partire dai dati caratteristici del traffico diurno e notturno, suddiviso per tipologia di convoglio ferroviario. Su base provinciale si è dunque ricavata l’estensione della rete ferroviaria che presenta prefissati livelli di rumorosità diurna e notturna.

OBIETTIVI

Definire l’estensione della rete ferroviaria per provincia caratterizzata da livelli LAeq diurni e notturni superiori rispettivamente a 67 dBA e 63 dBA, valori di riferimento per definire un’elevata criticità acustica come da Legge Quadro 447/95 e DPR 459 del 18/11/98.

VALUTAZIONE

Nel Veneto i Comuni interessati dalle linee ferroviarie sono 199, pari al 34% del totale. Emerge che la provincia con i valori più critici sia nel periodo diurno che notturno è Verona; tra le altre spiccano Venezia per il periodo diurno e Treviso per il notturno.

L'indicatore è stato elaborato per l'anno 2005 e non sono stati prodotti aggiornamenti, pertanto non è possibile fornire indicazioni sul suo andamento temporale.

Metadati
Data ultimo aggiornamento 1/8/2010
Fonte dei dati ARPAV
Fonte dell'indicatore ARPAV
Sorgente digitale dei dati
Scopo
Unità di misura Km; %; LAeq; dBA
Metodo di elaborazione
Riferimento normativo LQ 447/1995; DPR n. 459 del 18.11.98
Valore di riferimento 67 dBA e 63 dBA
Periodicità di rilevamento dei dati pluriennale
Periodicità di rilevamento dell'indicatore non definita
Periodicità di riferimento dal 1/1/2005 - al 31/12/2005
Unità elementare di rilevazione puntuale
Livello minimo geografico Provinciale
Copertura geografica regionale
Aspetti da migliorare
Link utili
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento