Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Storico Idrosfera Qualità dei corpi idrici LAGHI: Livello Trofico per lo stato ecologico (LTLeco) - agg. 31/12/2011
Indicatore Obiettivo DPSIR Stato attuale indicatore Trend della risorsa
LAGHI: Livello Trofico per lo stato ecologico (LTLeco) - agg. 31/12/2011 Quale livello trofico presentano i laghi? S  

DESCRIZIONE

L’indice LTLeco, introdotto dal D.M. 260/2010 (che modifica le norme tecniche del D.Lgs. 152/2006), considera i parametri fosforo totale, trasparenza e ossigeno disciolto (come ossigeno ipolimnico espresso in percentuale di saturazione). La procedura di calcolo prevede l’assegnazione di un punteggio per ciascun parametro secondo i criteri indicati nelle specifiche tabelle del D.M. 260/2010; la somma dei singoli punteggi costituisce il punteggio da attribuire all’indice LTLeco, utile per l’assegnazione della classe di qualità secondo i limiti di classe definiti nella tabella 4.2.2/d del Decreto. La qualità, espressa in tre classi, può variare da Elevato a Sufficiente.

La classificazione dei corpi idrici lacustri in base all’indice LTLeco si effettua a conclusione del ciclo di monitoraggio triennale 2010-2012 e si basa sull’elaborazione dei dati relativi all’intero periodo pluriennale per l’assegnazione del punteggio a ciascun parametro, da cui viene direttamente calcolato il punteggio LTLeco relativo al triennio. Si evidenzia che la determinazione dell’LTLeco annuale 2011 fornisce quindi una valutazione provvisoria e indicativa.

OBIETTIVO

Per la valutazione dello stato attuale dell’indicatore si confronta la classe di qualità ottenuta con lo stato Buono.

VALUTAZIONE

faccina gialla Nel 2011, nove laghi e invasi veneti monitorati presentano un punteggio dell’indice LTLeco corrispondente alla classe di qualità Sufficiente, mentre i rimanenti tre risultano in stato Buono.

La maggioranza dei laghi bellunesi presenta un livello Sufficiente (lago di Alleghe, Santa Croce e tra gli invasi, Mis, Corlo e Centro Cadore); si rileva il livello Buono nei laghi di Misurina e di Santa Caterina. Nel Trevigiano, i laghi di Lago e Santa Maria risultano in livello Sufficiente. Nei laghi della provincia di Verona (Garda e Frassino) si rileva un livello Sufficiente. Per la classificazione del lago di Garda, in cui il monitoraggio dei parametri chimico-fisici viene effettuato in più siti, si è considerato il livello più basso tra quelli attribuiti alle singole stazioni, come previsto dal D.M. 260/2010. A Vicenza il lago di Fimon presenta un livello Buono. 

Metadati
Data ultimo aggiornamento 15/11/2012
Fonte dei dati ARPAV - Servizio Osservatorio Acque Interne
Fonte dell'indicatore ARPAV – Servizio Osservatorio Acque Interne
Sorgente digitale dei dati SIRAV
Scopo
Unità di misura Classe di qualità (Elevata, Buona e Sufficiente)
Metodo di elaborazione Viene attribuito un punteggio (variabile da 3 a 5) ai parametri fosforo totale, trasparenza e ossigeno ipolimnico (% saturazione) utilizzando le apposite tabelle del D.M. 260/2010; si sommano i punteggi assegnati a ciascun parametro e si confronta la somma ottenuta (che costituisce il punteggio dell’LTLeco) con i limiti di classe previsti dal Decreto per l’assegnazione della classe di qualità.
Riferimento normativo D.M. 260/2010 (tabelle 4.2.2/a, 4.2.2/b, 4.2.2/c, 4.2.2/d)
Valore di riferimento stato Buono
Periodicità di rilevamento dei dati bimestrale
Periodicità di rilevamento dell'indicatore triennale, con valutazione annuale provvisoria
Periodicità di riferimento dal 1/1/2011 - al 31/12/2011
Unità elementare di rilevazione stazione di rilevamento
Livello minimo geografico corpo idrico
Copertura geografica regionale
Aspetti da migliorare
Link utili
DPSIR
  • D - Determinante
  • P - Pressione
  • S - Stato
  • I - Impatto
  • R - Risposta
Stato attuale
  • Positivo
  • Intermedio o incerto
  • Negativo
Trend della risorsa
  • In miglioramento
  • Stabile o incerto
  • In peggioramento
Elaborazione dei dati

LTLeco 2011

Versioni anni precedenti

2010