Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Indicatori Ambientali Indicatori Ambientali Rifiuti GUIDA ALLA LETTURA DEGLI INDICATORI

GUIDA ALLA LETTURA DEGLI INDICATORI

La gestione dei rifiuti rappresenta una tematica ambientale rilevante nella moderna società industriale. Tutti i materiali immessi sul mercato sono infatti destinati, presto o tardi, a trasformarsi in rifiuti e tutti i processi produttivi generano rifiuti, che devono essere infine avviati a recupero o a smaltimento.

Un approccio organico ed efficiente al problema dei rifiuti è costituito dalla gestione integrata, che deve portare, attraverso la combinazione di diverse strategie, al superamento dello smaltimento in discarica dei rifiuti. La normativa di settore, in linea con le direttive europee, prevede che la gestione dei rifiuti sia affiancata da azioni rivolte alla prevenzione della produzione dei rifiuti, azioni per il miglioramento della qualità dei rifiuti raccolti e da politiche di recupero che valorizzino il riutilizzo, il riciclo dei materiali e il recupero energetico. Lo smaltimento definitivo in discarica dei rifiuti deve restare il momento finale di questo percorso, volto a massimizzarne il recupero o a ridurne l’impatto sull'ambiente.

In riferimento a tale approccio il Veneto rappresenta una situazione di eccellenza a livello nazionale sia per quanto riguarda il numero e la tipologia impiantistica presente nel territorio specializzata nel trattamento dei rifiuti, sia per la quantità di rifiuti destinati al recupero di materia.
La situazione relativa alla produzione e gestione dei rifiuti in ambito regionale è monitorata dall’Osservatorio Regionale Rifiuti (ORR), istituito presso ARPAV con L.R. 3/2000 art. 5, come struttura preposta alla raccolta ed elaborazione dei dati sulla gestione dei rifiuti urbani e speciali, che svolge anche le funzioni della Sezione Regionale del Catasto Rifiuti (SRCR), di cui all’art. 189, co.1 del D.Lgs. 152/06.

Gli indicatori presentati sono organizzati in due gruppi: il primo riguarda il tema della produzione dei rifiuti urbani e speciali (indicatore di PRESSIONE), mentre il secondo focalizza l’attenzione sui sistemi di gestione (indicatori di RISPOSTA). Il grado di aggiornamento dei dati presentati di seguito è relativo al 2016 per i rifiuti urbani, e al 2015 per i rifiuti speciali (questi ultimi derivano dalla informatizzazione e bonifica delle dichiarazioni ambientali MUD, resi disponibili in forma definitiva nei primi mesi del 2017).

La produzione dei rifiuti è da considerarsi in ogni caso un aspetto negativo che però deve essere valutato rispetto alle risposte e agli obbiettivi raggiunti. Complessivamente si nota che gli indicatori di RISPOSTA scelti mostrano un progressivo miglioramento delle capacità gestionali finalizzate a massimizzare il recupero rispetto allo smaltimento in generale, in particolare per quello in discarica.

Azioni sul documento

ultima modifica 15/01/2018 10:42