Strumenti personali
Tu sei qui: Portale ARPAVinforma Bollettini Aria

Bollettino livelli di allerta PM10

Il bollettino è emesso dal 1 ottobre al 31 marzo il lunedì e il giovedì (giornate di controllo) entro le ore 13:00 e mostra, per i comuni facenti parte di un agglomerato - ai sensi della zonizzazione- o con più di 30.000 abitanti o comuni che hanno inviato alla Regione Veneto richiesta formale di adesione all'Accordo di Bacino, il livello di allerta raggiunto in relazione alle concentrazioni di PM10. Il primo livello di allerta si attiva, a partire dal giorno successivo a quello di controllo, in caso di 4 giorni consecutivi di superamento del limite di legge giornaliero del PM10. Se gli sforamenti si protraggono per oltre 10 giorni si attiva il secondo livello di allerta. I livelli di allerta restano in vigore fino al successivo giorno di controllo compreso. Per maggiori informazioni sulle modalità di attivazione e rientro dai livelli di allerta di rimanda al testo integrale del Nuovo Accordo di Bacino Padano. Per approfondimenti sulle modalità di informazione al pubblico dei livelli di PM10 si rimanda al link Informazione al pubblico sui livelli di PM10


LIVELLO DI ALLERTA MECCANISMO DI ATTIVAZIONE DELL'ALLERTA SEMAFORO
NESSUNA ALLERTA Numero di giorni consecutivi di superamento del valore limite di 50 µg/m3 inferiore a 4

VERDE.JPG

PRIMO LIVELLO Attivato dopo 4 giorni consecutivi di superamento nella stazione di riferimento del valore limite di 50 µg/m3 sulla base della verifica effettuata il lunedì e giovedi (giorni di controllo) sui quattro giorni antecedenti. I livelli di allerta restano in vigore fino al giorno di controllo successivo compreso

ARANCIO.JPG

SECONDO LIVELLO Attivato dopo 10 giorni consecutivi di superamento nella stazione di riferimento del valore limite di 50 µg/m3 sulla base della verifica effettuata il lunedì e giovedì (giorni di controllo) sui dieci giorni antecedenti. I livelli di allerta restano in vigore fino al giorno di controllo successivo compreso

ROSSO.JPG

CONDIZIONI DI RIENTRO AL LIVELLO VERDE Il rientro da un livello di criticità rosso o arancio al verde avviene se, nelle giornate di controllo, si realizza una delle due condizioni di seguito:
  • La concentrazione nel giorno precedente a quello di controllo è inferiore ai 50 µg/m3 e sono previste per i giorni successivi condizioni meteorologiche favorevoli alla dispersione degli inquinanti;
  • Nei quattro giorni precedenti a quello di controllo si osservano due giorni consecutivi al di sotto dei 50 µg/m3.

Il bollettino è sospeso durante il semestre estivo e riprenderà ad ottobre 2020


Si riporta di seguito in tabella un prospetto riassuntivo del numero di giorni di criticità 1 e 2 registrati nel semestre invernale 2019-2020 per ogni zona del Veneto.

Durante i mesi invernali il livello di allerta 2 (ROSSO) è stato raggiunto nei capoluoghi di Vicenza (2 episodi per un totale di 14 giorni), Treviso (2 episodi per un totale di 10 giorni), Padova (1 episodio per un totale di 3 giorni) e Rovigo (1 episodio per un totale di 3 giorni). Oltre ai capoluoghi il livello ROSSO è stato registrato con 2 episodi per un totale di 14 giorni nel comune di San Bonifacio e con un singolo episodio per 3 giorni nei comuni di Castelfranco, Mirano, Este e Cittadella. Il livello di allerta 1 (ARANCIONE) è stato registrato in tutte le zone, ad eccezione di Belluno, Feltre, Conegliano, Bassano, Schio e Chioggia. Si osserva il numero maggiore di episodi di allerta 1 a Rovigo (3 episodi per un totale di 28 giorni), San Bonifacio (3 episodi per un totale di 14 giorni) e Padova (3 episodi per un totale di 24 giorni).


Semestre invernale 1 ottobre 2019-31 marzo 2020 
Zona Numero episodi di
Allerta ARANCIO
Numero totale di giorni in Allerta ARANCIO Numero episodi di
Allerta ROSSA
Numero totale di giorni in
Allerta ROSSA
Venezia 2 24
Treviso 2 14 2 10
Padova 3 24 1 3
Vicenza 2 10 2 14
Verona 1 10
Belluno
Rovigo 3 28 1 3
Feltre
Castelfranco Veneto 2 15 1 3
Conegliano
Mansuè 2 17
Mirano 2 18 1 3
 San Donà di Piave 2 14
Chioggia
Adria 1 10
Badia Polesine 1 10
 Este 2 14 1 3
Cinto Euganeo 1 3
Monselice 1 3
Piove di Sacco 2 21
Cittadella 2 22 1 3
Bassano del Grappa
Schio
Legnago 2 28
San Bonifacio 3 14 2 14