Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Servizi ambientali Educazione per la sostenibilità

OASI VAJO GALINA

Itinerario naturalistico / didattico

Collocata a 7 Km da Verona dopo la frazione di Avesa sulla strada per Montecchio, nel comune di Verona.
La riserva comprende tutti gli ambienti naturali caratteristici della collina pedemontana: bosco d’alto fusto, boscaglia, incolto, prato arido, cespugli, siepi, muri a secco, pareti di rocce, grotte, sorgenti d’acqua, greto di torrente, coltivi ad olivo
Ricca è la flora dei prati aridi costituita da distese di graminacee tra le quali il lino delle fate. Frequenti sono le fioriture di orchidee, con numerose specie dei generi Orchis e Ophrys; pulsatilla comune, timo precoce, vilucchio bicchierino sono alcuni dei fiori che si possono osservare. Per citare alcune essenze principali che formano il bosco: roverella, acero campestre, olmo, carpino. Interessanti per il luogo il leccio, mentre per la quota il castagno e il farinaccio. Nelle zone dell'impluvio abbonda l'alloro.

L'avifauna risulta la componente più rilevante all'interno dell'Oasi, con 103 specie censite, tra cui una coppia stanziale di corvo imperiale (simbolo dell’oasi), Tra i piciformi, il picchio rosso maggiore e il picchio verde. Numerosi passeriformi del bosco e delle fasce cespugliate: averla piccola, occhiocotto, picchio muratore, sterpazzola, torcicollo, upupa, rigogolo. Tra i rapaci il gheppio, il falco cuculo, il lodolaio, il falco pellegrino, lo sparviere, oltre ai notturni assiolo civetta e allocco. Tra i mammiferi: volpe, tasso, scoiattolo, ghiro, lepre. Anfibi e rettili sono presenti con salamandra pezzata, tritone crestato, biacco e ramarro.
Gestione a cura del WWF Italia, Sezione Regionale veneto, in concessione dalla proprietà.Estensione 27 ettari Centro visite all'interno dell'antica Villa Guardini, con percorso museale a carattere geologico, botanico, faunistico. Sentiero natura, stazione di inanellamento scientifico, e orto botanico didattico.

Le visite guidate, per le quali è necessario prenotare presso la sezione wwf di Verona, si svolgono la prima domenica dei mesi di settembre, ottobre, novembre, febbraio, marzo e aprile in due orari: alle 10:30 e alle 14:30. Gruppi e scolaresche tutti i giorni, su prenotazione presso la sede WWF sez. di Verona. (045 917514)
La visita dura circa due ore, è generalmente in piano. Si attraversa un pendio terrazzato con muri a secco con vegetazione in fase di ricolonizzazione a bosco, poi si scende all’interno della forra, dove si può osservare una flora erbacea tipica di ambienti umidi: polipodio comune, scolopendria comune.
Riconosceremo le specie di uccelli e osserveremo le tracce degli animali. Utile il binocolo, necessarie scarpe con suola robusta.

L’oasi si presta per approfondire argomenti quali: il birdwatching (si possono osservare uccelli stanziali, migratori, nidificanti e svernanti, a seconda della stagione) e l'ecositema del bosco terofilo della collina prealpina; i prati umidi e la loro vegetazione; il valore delle siepi e dell'uso tradizionale del territorio da paete dell'uomo (muretti a secco, coltivazione a terrazzi).



Indirizzo:Benini
Località:Avesa
Comune:Verona (VR)
Telefono:045/973424
Ambiente:Collinare
Servizi all'utenza:Documentazione, Informazione, Laboratori, Supporto agli insegnanti, Visite guidate

Referente:Sella Francesco




back Torna indietro
Raccontiamoci le favole

favole 2019

Concorso scuole dell'infanzia e primarie

Quale idea logo 2020

Concorso scuole secondarie

video

A scuola di stili di vita

a_scuola_di_stili_di_vita_p.jpg

Modulo richiesta interventi didattici

Modulo interventi didattici

La Rete EA

banner_rete_infea.gif

InfeaNews