Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Servizi ambientali Grandi Opere I Progetti MO.S.E. MOdulo Sperimentale Elettromeccanico

MO.S.E. MOdulo Sperimentale Elettromeccanico

Descrizione

Il Mose è un sistema di difesa della città di Venezia dalle alte maree, formato da una serie di quattro barriere costituite da paratoie mobili collocate alle bocche di porto: due alla bocca di porto del Lido (quella più vicina a Venezia che è larga il doppio delle altre due ed è formata da due canali con profondità diverse) composte rispettivamente di 21 paratoie nel canale nord e di 20 nel canale sud (le due barriere sono tra loro collegate da un’isola intermedia); una alla bocca di porto di Malamocco formata da 19 paratoie e una alla bocca di porto di Chioggia composta da 18 paratoie. Le profondità e le sezioni preesistenti dei canali di bocca non vengono alterate dall’opera. Alle bocche di porto di Lido e Chioggia, porti rifugio e piccole conche di navigazione consentono il ricovero e il transito delle imbarcazioni da diporto, dei mezzi di soccorso e dei pescherecci anche con le paratoie in funzione. Alla bocca di Malamocco è stata realizzata una conca di navigazione per il transito delle navi, in modo da garantire l'operatività del porto anche con le paratoie in funzione. Le scogliere a sud delle bocche di porto, servono a smorzare la vivacità delle correnti di marea alle bocche attenuando i livelli delle maree più frequenti. La scogliera esterna alla bocca di Malamocco ha anche la funzione di creare un bacino di acque calme che facilita l'ingresso delle navi nella conca di navigazione, a paratoie in funzione.

Struttura di riferimento  Arpav Dipartimento Provinciale ARPAV di Venezia
Attività di Arpav
  • valutazione dei risultati del monitoraggio dei cantieri
  • valutazione del sistema di feedback adottato dal piano di monitoraggio delle attività di cantiere
  • verifica della necessità di ulteriori misure correttive
  • restituzione dei risultati e delle relative elaborazioni alla Regione del Veneto.

 

Strutture Arpav coinvolte nelle attività Le strutture ARPAV partecipanti alle attività sono: Dipartimento Provinciale di Venezia, Servizio Osservatorio Aria, Servizio Osservatorio Acque Interne, Servizio Centro Veneto Acque Marine e Lagunari, Servizio Coordinamento Istruttorie
Monitoraggio ambientale

Il Piano di Monitoraggio considera le seguenti componenti ambientali:

  • acque lagunari: monitoraggio della torbidità prodotta dalle attività di cantiere alle tre bocche
  • acque sotterranee: valutazione dell’andamento della falda e della salinità
  • aria: monitoraggio di scarichi e polveri prodotti dalle attività di cantiere
  • rumore: monitoraggio della rumorosità delle attività di cantiere alle tre bocche e valutazione dell’efficacia degli interventi di mitigazione
  • ecosistemi di pregio: valutazione di eventuali relazioni dirette tra attività di cantiere ed effetti osservati nell’ecosistema
  • vegetazione terrestre e marina: monitoraggio delle dinamiche vegetazionali in atto e degli eventuali cambiamenti
  • avifauna in zone protette: verifica della consistenza e delle variazioni delle comunità ornitiche nei pressi delle aree di cantiere
  • ittiofauna: monitoraggio degli ingressi di uova, larve e stadi giovanili di pesci attraverso la Bocca di Lido al fine di valutare la connettività mare-laguna.
Azioni sul documento

ultima modifica 03/12/2020 13:52