Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Servizi ambientali Grandi Opere I Progetti Alta Velocità/Alta Capacità Tratta ferroviaria Alta Velocità/Alta Capacità Padova - Mestre

Tratta ferroviaria Alta Velocità/Alta Capacità Padova - Mestre

Descrizione

Quadruplicamento della tratta ferroviaria Padova-Venezia Mestre rappresenta la prima fase della realizzazione della linea Alta Velocità/Alta Capacità Milano-Venezia che, insieme alla linea Torino-Milano già in costruzione, costituisce il tratto italiano dell’asse Est-Ovest che collegherà Kiev a Lisbona.

La nuova tratta A.V./A.C. Padova-Mestre, che affianca a Nord la linea esistente, si sviluppa tutta alla stessa quota senza tratti in galleria. Il tracciato, della lunghezza complessiva di 24 km, attraversa il territorio densamente urbanizzato di otto comuni: Padova, Vigonza, Dolo, Mira, Mirano, Pianiga, Spinea e Venezia.

Le principali opere realizzate sono il sottovia ferroviario in attraversamento dell’Autostrada A4 e il ponte metallico sul fiume Brenta.

L'Opera è stata ultimata, con avvio in pre-esercizio della linea, a marzo 2007.

Struttura di riferimento  Arpav Osservatorio Regionale Agenti Fisici del Dipartimento di Verona
Attività di Arpav
  • validazione dei Progetti di Monitoraggio Ambientale presentati dal realizzatore dell’opera;
  • individuazione di soglie di attenzione e di intervento in relazione alla modifica dei parametri ambientali rilevati dal monitoraggio, con riferimento al pregio ed alla vulnerabilità delle risorse ambientali interessate;
  • analisi critica degli esiti del monitoraggio ambientale al fine di sottoporre all'Osservatorio Ambientale eventuali necessità di intervento e integrazioni;
  • validazione dei dati provenienti dai Progetti di Monitoraggio Ambientale sulla base di specifiche metodologie da concordarsi nell'ambito del Supporto Tecnico;
  • verifica, dal punto di vista della tutela ambientale, del rispetto delle prescrizioni indicate nell’Accordo Procedimentale e di quanto disposto dall'Osservatorio Ambientale tramite appositi sopralluoghi nelle aree interessate dalla realizzazione delle opere;
  • supporto all'Osservatorio Ambientale per la verifica e l'approvazione del contenuto informativo destinato alle comunità ed alle amministrazioni interessate.

L’Osservatorio Ambientale è formato da rappresentanti del Ministero dell’Ambiente, Ministero dei Trasporti, Italferr, RFI e Regione Veneto e ha competenza sull’adeguatezza delle azioni di mitigazione applicate in realizzazione al monitoraggio ambientale realizzato e  per l’individuazione di eventuali interventi ancora più efficaci

Strutture Arpav coinvolte nelle attività Le strutture ARPAV partecipanti alle attività sono i Dipartimenti Provinciali di Padova e Venezia, gli Osservatori Regionali (Agenti Fisici, Acque, Aria e Suolo), il Servizio Valutazioni Ambientali e degli Impatti sulla Salute del Settore per la Prevenzione e la Comunicazione Ambientale, il Dipartimento Tecnologia dell’Informazione, il Centro Qualità Dati e l’U.O. Bonifiche Siti Inquinati.
Monitoraggio ambientale

Il monitoraggio è stato realizzato da Italferr tramite appalti a ditte esterne e i risultati sono stati poi validati da Arpav. Le matrici ambientali interessate:

  • ambiente idrico superficiale;
  • ambiente idrico sotterraneo;
  • atmosfera;
  • campi elettromagnetici;
  • rumore;
  • vibrazioni;
  • suolo;
  • vegetazione, flora e fauna.
Azioni sul documento

ultima modifica 25/05/2020 12:45