Strumenti personali
definizione definizione e campo testuale

Smog

Termine che deriva dalla fusione delle due parole inglesi 'smoke' e 'fog' che significano 'fumo' e 'nebbia'. La nebbia è composta da minutissime gocce di acqua e piccolissimi cristalli di ghiaccio che si formano condensando intorno a ancor più piccole particelle di polvere quando l'umidità è prossima al 100%. Quando questo processo avviene nell'aria inquinata da particelle di fumo si forma lo smog, con conseguente diminuzione della visibilità e irritazione agli occhi e alle vie respiratorie. Lo smog che si forma nei momenti di inversione termica è quello più pericoloso perchè, l'aria è stagnante e gli inquinanti non si disperdono. Gli effetti dannosi dello smog sono notevolmente amplificati se esso si forma in presenza degli ossidi di zolfo e di azoto: in questo caso si formano degli aerosols acidi che penetrano in profondità nei polmoni compromettendone la funzione. (Fonte: Provincia di Pisa)

Azioni sul documento

ultima modifica 01/10/2010 10:31