Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Servizi online Glossari Ambientali Glossario ambientale

Glossario ambientale

Il Glossario contiene oltre 2200 vocaboli comunemente utilizzati nella terminologia ambientale e fornisce per ognuno la relativa definizione; in corsivo è indicata la fonte da cui è tratta la definizione.

Consultazione on line

La ricerca può essere fatta selezionando l’iniziale del termine, apparirà, quindi, l’elenco delle definizioni che iniziano con quella lettera; oppure inserendo il termine nella finestra e selezionando la modalità di ricerca testuale: Definizione (definizione parola cercata) o Campo testuale (definizioni in cui è inserita la parola).

definizione definizione e campo testuale
 OCSE (OECD)

Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico: ha sede a Parigi e conta 30 paesi membri, prevalentemente del mondo industrializzato. (Fonte: ARPAV)

 OGM

Organismi Geneticamente Modificati: sono organismi viventi il cui patrimonio genetico è stato modificato stabilmente mediante l’inserzione di geni (porzioni di DNA) provenienti da altri organismi, allo scopo di sviluppare in essi nuove funzioni o far produrre sostanze diverse. Tali modificazioni avvengono in modo diverso da quanto si verifica in natura mediante incrocio e/o ricombinazione genetica naturale. (Fonte: ARPAV)

 OMS

Organizzazione Mondiale della Sanità. (Fonte: Normativa)

 Operational Entity

Vedi Ente accreditato. (Fonte: Ministero dell'Ambiente)

 Organicazione

Insieme dei processi chimici (ad es. fotosintesi) che portano alla formazione di sostanze organiche a partire da sostanze inorganiche semplici, come acqua, anidride carbonica e ammoniaca. (Fonte: Diz. Minerva)

 Ossidi di azoto

Sono gas fortemente reattivi che si producono per ossidazione dell’azoto. Vengono genericamente indicati con la formula NOx, ad indicare che possono contenere un diverso numero di atomi di ossigeno: NO, NO2, NO3, ecc. L’ossido di azoto (NO) è un gas incolore, insapore ed inodore; è anche chiamato ossido nitrico. E’ prodotto soprattutto nel corso dei processi di combustione ad alta temperatura assieme al biossido di azoto (che costituisce meno del 5% degli NOx totali emessi). Viene poi ossidato in atmosfera dall’ossigeno e più rapidamente dall’ozono producendo biossido di azoto. (Fonte: ARPAV)

 Ozono

E' un gas altamente tossico, dotato un odore pungente caratteristico. E’ una molecola costituita da tre atomi di ossigeno (O3), instabile, che si scinde con facilità liberando ossigeno molecolare (O2) e un atomo di ossigeno estremamente reattivo. Questa caratteristica lo rende uno dei più potenti agenti ossidanti conosciuti, con elevata capacità di danneggiare i tessuti con cui venga a contatto. Viene prodotto in strati diversi dell’atmosfera. Negli strati più alti si forma come conseguenza dell’azione diretta delle radiazioni ultraviolette (UV) sull’ossigeno (Ozono stratosferico), in quelli più bassi si origina quando alcuni gas precursori (NOX e COV), emessi, ad esempio, dagli autoveicoli e dalle centrali di produzione dell’energia, reagiscono tra loro in presenza della luce solare. Mentre l’ozono stratosferico è utile, perché è in grado di filtrare le radiazioni ultraviolette che provengono dal sole, l’ozono troposferico è da considerarsi un inquinante, poiché costituisce un rischio per la salute, può danneggiare i vegetali e i manufatti ed è coinvolto nella formazione delle piogge acide. Nel periodo estivo, le concentrazioni di ozono possono diventare particolarmente elevate in condizioni meteorologiche di stagnazione ed in prossimità delle sorgenti. (Fonte: ARPAV)

Azioni sul documento

ultima modifica 12/10/2010 09:55