Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Agenti fisici Radiazioni ionizzanti Radon I Monitoraggi

I Monitoraggi

L'indagine nazionale

Alla fine degli anni ’80 un’indagine nazionale sull’esposizione al gas radon nelle abitazioni, coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità e ANPA (ora ISPRA), ha stimato i valori medi annui di concentrazione di radon nelle singole regioni. Per il Veneto la media regionale è risultata di 59 Bq/m3, inferiore al dato medio nazionale che è di 70 Bq/m3. Un valore medio regionale non elevato, che non esclude però l’esistenza di specifiche aree in cui, per caratteristiche geologiche, meteorologiche, climatiche, ambientali e legate alla tipologia costruttiva, la concentrazione di radon sia tale da costituire pericolo.

I monitoraggi regionali

La Regione Veneto (attraverso l’attuale Direzione Regionale per la Prevenzione) ha promosso dal 1996, in collaborazione con ARPAV, una serie di monitoraggi in tema di radon, per l’individuazione di aree a rischio nel territorio regionale e la messa in essere di interventi di prevenzione e controllo:

Azioni sul documento

ultima modifica 27/07/2016 13:25