Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Temi ambientali Aria Qualità dell'aria Approfondimenti Combustione in loco di residui vegetali

Combustione in loco di residui vegetali

Combustione in loco di residui vegetaliLa combustione dei residui agricoli all’aperto è un procedimento comunemente utilizzato in agricoltura per eliminare i residui vegetali  e preparare i terreni per la semina dei nuovi raccolti. Tali operazioni sono condotte in condizioni di combustione non ottimali (temperatura non elevata) e pertanto rappresentano una consistente sorgente di idrocarburi policiclici aromatici, che come noto sono il prodotto della combustione incompleta degli idrocarburi.

In alcune regioni sono stati emanati provvedimenti per regolamentare tali pratiche. In Lombardia, la DGR Regione Lombardia n. 2525 del 17/10/2014 “Disposizioni inerenti la combustione dei residui vegetali, agricoli e forestali in attuazione dell’art. 182, comma 6 bis del D.Lgs. 152/2006 e dell’art. 12 bis della Legge Regionale 24/2006 ha definito le modalità e le tempistiche per la realizzazione di tali pratiche.

In Veneto è stata emanata la DGRV n.122 del 27 febbraio 2015 “Indicazioni inerenti la combustione dei residui vegetali agricoli e forestali in attuazione dell’art. 182, comma 6 bis del D.Lgs. 152/2006. Tale provvedimento è stato pubblicato a seguito di una valutazione effettuata dall’Osservatorio Regionale Aria di ARPAV sui dati di PM10, PM2.5 e Benzo(a)pirene registrati nel periodo 2003-2014.

I dati raccolti evidenziano, soprattutto nei semestri invernali (dal 1 ottobre al 31 marzo di ogni anno), criticità per PM10, PM2.5 e Benzo(a)pirene, anche in considerazione delle condizioni meno favorevoli al rimescolamento degli inquinanti tipiche di tale periodo dell’anno (autunno-inverno). Alla luce di tale valutazione, con il provvedimento sopra citato, la Regione del Veneto ha stabilito che, nel semestre invernale, dal 1 ottobre al 31 marzo, sussistono le condizioni meteorologiche ambientali e climatiche di cui all’art. 182, comma 6 bis del D.Lgs. 152/2006, tali per cui i Sindaci possono sospendere, differire o vietare mediante apposita ordinanza, le attività di combustione dei materiali vegetali all'aperto.
L'analisi dei dati è stata inserita nel documento "Combustione in loco di residui vegetali e combustione di biomasse per il riscaldamento domestico".

Azioni sul documento

ultima modifica 30/04/2015 11:14

Qualità dell'aria in Veneto

Qualità dell'aria in Veneto 2019

la relazione anno 2019

Stazioni qualità dell'aria

Mappa delle stazioni attive in Veneto

APP qualità Aria

APP Aria

ArpavPM10bot-Telegram

ico_bot_telegram.jpg

Smog sopra i limiti comportamenti

comportamenti

A proposito di … Uso della legna come combustibile

A proposito di … Uso della legna come combustibile copertina

1 edizione 2016

Sono amico dell'aria pulita...

banner_PM10_KIDS.jpg