Strumenti personali

SedAlp

Sediment management in Alpine basins: integrating sediment continuum, risk mitigation and hydropower

Il progetto in breve              logo SEDALP AlpineSpace_oriz

Area tematica

Ambiente e prevenzione dei rischi

Programma di riferimento

INTERREG IV B Spazio Alpino – www.alpine-space.eu

Il programma mira, in generale, a promuovere la competitività, le potenzialità attrattive dell’area di cooperazione, in modo sostenibile. Perciò promuove progetti transnazionali nell’area alpina incoraggiando lo sviluppo e la coesione territoriale.

Periodo di realizzazione

settembre 2012 – giugno 2015

Obiettivi

La continuità del flusso di sedimenti è cruciale per il mantenimento di uno stato ecologico buono dei corsi d’acqua come richiesto dalla Direttiva Quadro sulle Acque 2000/60/CE, consentendo di assicurare le condizioni idromorfologiche adeguate alle dinamiche degli ecosistemi acquatici. Tale obiettivo è spesso in contrasto con: (i) la mitigazione del rischio idraulico e idrogeologico (Direttiva Europea sulle Alluvioni - 2007/60/CE) poiché il trasporto solido, spesso in compresenza con il detrito legnoso, può amplificare di molto il pericolo da alluvioni e (ii) la produzione idroelettrica (Direttiva Europea sulle Energie Rinnovabili - 2009/28/CE) poiché essa richiede la costruzione di traverse e dighe che causano problemi di natura tecnica, economica ed ecologica. I decisori coinvolti nella gestione dei bacini idrografici lungo l’arco alpino hanno la necessità di sviluppare e testare politiche capaci di conciliare i conflitti sopraccitati. SedAlp vuole sviluppare e testare politiche e strumenti utili alla gestione integrata del trasporto di sedimenti nei bacini alpini al fine di ridurre il rischio legato al trasporto solido e allo stesso tempo di migliorare la condizione ecologica degli ambienti acquatici e ripariali e ridurre l’impatto ambientale creato dalle centrali idroelettriche.

Sito www.sedalp.eu
Stato di avanzamento e news
  • Il 9 e 10 giugno 2015 ARPAV ha partecipato alla Final Conference del progetto, tenutasi presso la Libera Università di Bolzano, durante la quale sono stati presentati i risultati finali del progetto e discusse le questioni ancora aperte nell’ambito della gestione dei sedimenti. Comunicato stampa
  • Sono scaricabili dal sito del progetto 4 report tecnici riguardanti: dinamica dei sedimenti, monitoraggio del trasporto solido, interazione tra sedimenti e le opere e linee guida per la gestione dei sedimenti. E’ consultabile inoltre il manuale riassuntivo sui risultati finali e i prodotti sviluppati durante i tre anni di progetto. Vai alla sezione download del sito di SedAlp
  • E’ stato pubblicato sui Quaderni di Idronomia Montana n. 31 l’articolo scientifico “Monitoring and analysis of the sediment transport event of November 2012 in the Rio Cordon station” scritto in collaborazione con l’Università di Padova e relativo all’analisi dell’evento di trasporto solido avvenuto nel bacino del Rio Cordon nel novembre 2012.Scarica l'articolo
  • E’ in fase di redazione un articolo scientifico, in collaborazione con l’Università di Padova, riguardante l’analisi del flusso di sedimenti e la variazione interannuale del trasporto solido nel bacino del Rio Cordon dopo 28 anni di monitoraggio; l’articolo verrà pubblicato in una edizione speciale della rivista scientifica Geomorphology.
Attività ARPAV
  • WP2 - Gestione del Progetto
    Gestione a livello nazionale e transnazionale del Progetto; scambio di informazioni con gli Osservatori a livello locale e regionale; attiva partecipazione ai meeting transnazionali tra i partner del progetto
  • WP3 - Diffusione dei risultati del Progetto
    Aggiornamento continuo del sito web del progetto; curare le pubbliche relazioni con altri enti e i mass media; diffusione dei risultati e delle attività del progetto; elaborazione e implementazione di una Strategia di Comunicazione comune
  • WP5 - Monitoraggio del trasporto solido
    Creazione di un database standardizzato con i dati storici del Rio Cordon e gestione e raccolta dei dati nel sito di monitoraggio del Rio Chiesa; standardizzazione della raccolta dati sul trasporto solido e comparazione con altri siti di misura
  • WP6 - Interazione tra sedimenti e opere
    Valutazione degli effetti delle dighe sulla continuità dei sedimenti con scopi progettuali e gestionali; sviluppo di strategie comuni per aumentare la capacità dei serbatoi idroelettrici e la continuità dei sedimenti
  • WP7 - Gestione dei sedimenti
    Stima delle diverse opzioni di gestione dei serbatoi idroelettrici (incluso il tema del riutilizzo) nel contesto dell’approccio di scala; stima di utili sintetici indicatori per la valutazione degli impatti fluviomorfologici
  • WP8 - Sintesi e capitalizzazione dei risultati del Progetto
    Coinvolgimento degli stakeholder nelle aree pilota avendo come obiettivo una gestione bilanciata dei sedimenti; raccomandazioni per lo sviluppo di nuove politiche basate sulla sintesi dei risultati del progetto, in particolare quelli transnazionali e trasferibili
Budget totale 2.591.350,00 euro
Budget ARPAV 115.500,00 euro
Capo Progetto ARPAV

Giacomo Renzo Scussel gscussel@arpa.veneto.it

Referente scientifico ARPAV

Matteo Cesca mcesca@arpa.veneto.it

Coordinamento Progetti Servizio Pianificazione, Progettazione e Sviluppo progetti@arpa.veneto.it

PARTNERSHIP

RuoloSoggettoPaese
Leader Federal Ministry of Agriculture, Forestry, Environment and Water Management Austria
Partner Provincia Autonoma di Bolzano – Rip. Opere Idrauliche Italia
Partner ARPAV Italia
Partner Università di Padova – Dipartimento Te.S.A.F. Italia
Partner CNR-IRPI di Padova Italia
Partner Regione Piemonte – Direzione Opere pubbliche, difesa del suolo, economia montana e foreste Italia
Partner Bavarian Environment Agency – Unit 61: Flood Protection and Alpine Natural Disasters Germania
Partner IRSTEA – Grenoble regional center, Snow avalanche engineering and torrent control research unit Francia
Partner CNRS - National Center of Scientific Research Francia
Partner University of Ljubljana, Faculty of Civil and Geodetic Engineering Slovenia
Partner Office of the Tyrolean Regional Government, Department of Water Austria
Partner BOKU – University of Natural Resources and Life Sciences Vienna Austria
Partner Institute for Water of the Republic of Slovenia Slovenia
Partner Regional Government of Carinthia, Department 8 - Environment, Water and Nature Protection Austria
Azioni sul documento

ultima modifica 19/06/2015 14:04